“L’azienda e il presidente sono sempre vicini, altrimenti non sarei rimasto. Il college ha licenziato inaspettatamente, Petzel se n’è andato”.

“L’azienda e il presidente sono sempre vicini, altrimenti non sarei rimasto. Il college ha licenziato inaspettatamente, Petzel se n’è andato”.

Alla vigilia di Parma Fiorentina la corsa va in onda domani sera in esclusiva DAZN (clicca qui per vedere la partita). Giuseppe Iachini ha preso la parola per comunicare il momento della squadra e le sue sensazioni dopo che l’intera settimana è stato detto e scritto che la sua panchina tremava molto.

Di come lavora la squadra e di come sta passando questa vigilia: “Mi dispiace per Calehon, abbiamo lavorato per diverse settimane per portarlo nelle migliori condizioni. Abbiamo lavorato su diverse decisioni tattiche, è stato un punto di sorpresa, perché perdiamo un giocatore di qualità che si è sforzato di raggiungere i migliori livelli. Il resto delle voci fa parte del gioco. Dobbiamo restare concentrati sul lavorare al di fuori di Iachini. Non vogliamo ripetere la prestazione di Roma, dopo un ottimo inizio abbiamo cambiato atteggiamento senza seguire le nostre caratteristiche. Abbiamo parlato e ci abbiamo lavorato. in questa prima parte di campionato abbiamo saldato il debito in qualche situazione specifica, dobbiamo trovare la nostra strada “.

A proposito di Petsel“Abbiamo pagato la sua assenza, ma dobbiamo andare oltre, purtroppo domani non ci sarà perché ha ancora problemi ai piedi”.

Se hai sentito la Commissione: “Il club e il presidente mi sono sempre stati vicini. Se ci fosse tutto questo clima negativo nella squadra e nella società, non resterei. Qualcosa di ben fatto potrebbe non essere apprezzato abbastanza. Pazienza. Sto pensando di lavorare con i ragazzi per risolvere alcuni dei problemi che ho avuto all’inizio della stagione “.

Quando i dirigenti della Fiorentina gli hanno chiesto di dimettersi: “No. Vogliamo uscire tutti da questa situazione. Abbiamo guadagnato qualche punto in più, ma durante la stagione qualcosa è andato storto. Più tardi sono arrivati ​​i ragazzi, c’erano infortuni, abbiamo pagato il dazio. Mi sarei già dimesso se avessi vissuto un certo tipo di clima. “Siamo una delle prime squadre a tirare in porta, dobbiamo continuare a lavorare”.

READ  Ibrahimovic segna il Milan con il suo 500esimo gol alla vittoria - Serie A.

In forma, difesa e centrocampo: “Abbiamo lavorato su quattro ruote posteriori per diverse settimane. Una squadra deve essere in grado di fare una cosa quando è in possesso e un’altra quando non ha palla. Dobbiamo anche valutare in base alla fiducia dei giocatori. Pulgar non lavora da due mesi e mezzo, stiamo lentamente cercando di riaverlo, dandogli il momento giusto “.

A Parma: “Questa è una squadra che ha grandi personalità come Gervinho e Inglesi, ma anche centrocampisti che stanno facendo bene, come Kucka e Kurtic. Dobbiamo ritrovare la calma e l’entusiasmo che ci hanno accompagnato nella finale della scorsa stagione e nelle partite. contro Torino e Inter. Negli ultimi 20 giorni abbiamo avuto qualche problema in più dettato da situazioni diverse, nel calcio ci sono momenti del genere. Serve ancora più concentrazione e attenzione ai dettagli, sono convinto che questo gruppo possa ancora accontentare “. .

Su quello che ha preso dal club e dalla squadra: “Ho parlato con il barone, il Prado, il presidente e i ragazzi. Sarei stato un Inca ** ato se la squadra non mi avesse seguito, ma nei giocatori ho sempre visto grande impegno e partecipazione. Adesso dobbiamo portare il nostro lavoro in campo e attaccare gli eventi della partita, non tollerandoli “.

All’attacco: “Nelle prime quattro partite Kuame è partito dall’inizio, è stato il migliore. Poi ha subito un leggero calo, a mio avviso, dettato dall’età. Questi sono giovani ragazzi che sono coinvolti nella formazione e talvolta possono indossare una maglietta numero nove. Piano piano, lavorando anche dal punto di vista psicologico, si riprendono. Guarda Simeone: ha sentito una grande responsabilità qui a Firenze, poi ha cambiato posto e si è ritrovato. Dovremmo cercare di diventare grandi velocemente, ma questi sono attaccanti con un grande potenziale “.

READ  Le 30 migliori recensioni di Ruote Per Carrello

A proposito di Ribery: “Lui e la squadra sono partiti bene, poi a Milano la scorsa stagione si è colpito alla caviglia infortunata. Se non ti alleni e devi fare terapia, perdi qualcosa in termini di lucentezza. Avrebbe dovuto saltare l’allenamento, ma ora sta meglio. È un giocatore di qualità ed esperienza, fai fatica a prevenirlo anche quando non è al 100%. Ci auguriamo che torni presto in condizioni migliori “.

Il suo Pedro: “10 giorni dopo, quando sono arrivato, è partito. Ha ricevuto una sorta di infortunio al ginocchio, la sua guarigione è stata lunga. Abbiamo preso Katron perché era più in forma fisicamente, ma non avevamo dubbi che il ragazzo avesse delle qualità “.

Occasione DAZN

Le prossime tre settimane sono partite Fiorentina sarà trasmesso in esclusiva DAZN consentendo un abbonamento mensile con la possibilità di postare subito dopo solo un mese spende solo 9,99 euro. Clicca qui per iniziare il tuo mese viola su DAZN

Iachini (foto di Gabriele Malcinti / Getty Images)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

MONDOSCINEWS.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Mondo Sci News