Ulisse: l’archivio ultravioletto di Hubble

Per comprendere meglio le stelle e la loro evoluzione, Space Telescope Science Institute (STScI) lanciato Ulisse, un nuovo programma per Telescopio spaziale Hubble della NASA-ESA.

Ulisse – Una libreria ultravioletta di giovani stelle come standard fondamentali – dedicarsi alla produzione di un archivio spettroscopico ultravioletto giovani stelle, con massa bassa e alta nell’universo locale. La luce UV delle stelle target verrà utilizzata per creare un archivio di immagini spettrali di giovani stelle situate in otto regioni formazione stellare nel villaggio La via Latteae stelle mature in diverse galassie nane vicine, inclusa Nubi di Magellano.

“Uno degli obiettivi chiave di Ulisse è formare un campione di riferimento completo in modo che possa essere utilizzato per creare archivi spettrali che catturino la diversità delle stelle, fornendo set di dati legacy per una vasta gamma di argomenti astrofisici. Si prevede che Ulisse avrà un impatto duraturo sulla futura ricerca degli astronomi di tutto il mondo ”, ha commentato. Julia Roman-Duval STScI, responsabile del programma.

Sensibilità ultravioletta di Hubble e la sua posizione al di fuori dell’atmosfera terrestre, che filtra i raggi UV, lo rende l’unico telescopio in grado di far fronte a questo compito. I dati che raccolgono permetteranno agli astronomi di comprendere meglio la nascita e l’evoluzione delle stelle e come questo si collega alla formazione dei pianeti e all’evoluzione delle galassie.

Cooperazione comunità astronomica era fondamentale per lo sviluppo e la definizione degli obiettivi di Ulisse. I ricercatori di tutto il mondo hanno contribuito a sviluppare il programma finale e saranno in grado di organizzare osservazioni coordinate con altri telescopi spaziali e terrestri a diverse lunghezze d’onda.

READ  Come le verdure verdi possono aiutare

Ullyses costruirà un database completo che gli astronomi useranno nella ricerca futura e se Telescopio James Webb Nasa, l’archivio sarà arricchito dalle sue osservazioni di luce infrarossa.

Immagine selezionata: una fotografia terrestre telescopica della Grande Nube di Magellano (Lmc), una galassia satellite della nostra Via Lattea. La galassia è uno dei tanti bersagli scelti da Ulisse. Nasa, ESA, J. Roman-Duval (STScI), Ullyses Program e R. Gendler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto