Bolzano vince – Cloutier si ritira – hockey su ghiaccio

Bolzano ha vinto il Memorial Hansjörg Brunner. © Foto BK

L’HCB Südtirol Alperia vince per la terza volta l’Hansjörg Brunner Memorial. I Foxes hanno vinto 3-0 contro i padroni di casa dell’HC Meran e sono ancora in ordine in questo pre-campionato: Pascal Brunner, nipote di Hansjörg, ha ricevuto il trofeo.

A causa delle alte temperature, entrambe le squadre hanno impostato un ritmo lento. Verso la metà del terzo le Volpi aumentano la velocità e subito il portiere meranese Cloutier riesce a distinguersi più volte nell’ultima partita della sua carriera, soprattutto con una grande parata contro il Lessio. Ma dopo dieci minuti i favoriti passano in vantaggio: Mantenuto si carica sulla fascia destra e mette al posto di Miglioranzi, che non se lo fa chiedere due volte. Cloutier tiene in partita i suoi uomini con diverse parate, soprattutto contro Lessio e Parlett.

Anche nella frazione centrale il Bolzano si morde i denti con il portiere dei padroni di casa. Thomas e Frigo sprecano buone occasioni mentre Halmo colpisce la traversa. Cloutier Halmo nega nuovamente il doppio vantaggio biancorosso, dall’altra parte i Foxes rischiano il pareggio con Tomasini in contropiede, Pietroniro para all’ultimo secondo. Lo sprint finale del secondo tempo è stato un monologo dei biancorossi: Cloutier sembrava invincibile e ha parato l’1:0 nel secondo break.

Il portiere del Merano Frederic Cloutier ha dovuto allungarsi dietro di lui tre volte. © Foto BK

La partita si fa sempre più nervosa verso la fine e un duro check di Skalde a Frigo porta i Foxes a cinque minuti di maggioranza, che non possono sfruttare, anche perché un piccolo rigore contro Bolzano porta sul 4:4. Poco prima del fischio finale i biancorossi segnano il terzo gol del 3-0, grazie a Parlett, autore del gol nella porta orfana del Merano.

READ  Vittoria con tatto: l'Italia vince più del biglietto dell'Europeo - notizie sportive dal distretto Rems-Murr e dal mondo

Cloutier dice addio

Ci sono state emozioni speciali con e per Frederic Cloutier. Il portiere meranese aveva precedentemente annunciato che questa sarebbe stata la sua ultima apparizione tra i pali di una porta da hockey su ghiaccio. A 42 anni, l’italo-canadese sta entrando nel meritato ritiro. Tuttavia, il veterano ha anche mostrato una prestazione molto forte contro le Volpi e ha tenuto a lungo in gara le sue aquile.

Frederic Cloutier (in nero) alla sua partita d’addio a Merano. © Foto BK

Nelle ultime tre stagioni, Cloutier è stato la spina dorsale dell’Adler di Merano, ma ha lasciato il segno in tutta l’hockey italiana. È arrivato per la prima volta nello Stato del Boot per quattro anni nel 2007, quando si è iscritto al Ritten. Poi è tornato in Italia con deviazioni in EBEL, Liiga (Finlandia) e DEL 2 quando ha firmato per l’Asiago nel 2016. Dopo che Stellati è passato all’ICE, il portiere è stato utilizzato anche per HC Bozen, Unterland Cavaliers e più recentemente HC Meran. Ora è finita per Cloutier, ma il 42enne non saluta del tutto, perché ora è allenatore dei portieri all’Asiago.

Il risultato

Merano – HCB Alto Adige 0:3
Gol: 0:1 Enrico Miglioranzi (10:36) – 0:2 Scott Valentine (46:46) – 0:3 Blake Parlett (58:21)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto