Shock nel Nord Italia: un corpo legato con segni di tortura appeso a un ponte autostradale

  1. Home page
  2. Attenzione

Un corpo è stato trovato nella città di Trieste, nel nord Italia. (Avatar) © IMAGO/Manuel Romano

Un corpo è stato trovato legato su un ponte autostradale in Italia. La vittima mostra chiari segni di tortura.

Trieste – Ferite sul corpo, trauma cranico, occhi bendati con stracci, piedi fasciati con nastro adesivo: è il caso del ritrovamento cadavere sul ponte autostradale di Trieste, nel Nord Italia, domenica mattina (24 settembre). Sembra che il corpo, che presentava evidenti segni di tortura, fosse stato deliberatamente appeso al guardrail del ponte.

“Trieste è sotto shock”, scrive il quotidiano italiano. Repubblica Per trovare l’orrore. Il corpo è stato ritrovato sulla Superstrada in direzione Muggia poco dopo lo scavo del tunnel da parte di alcuni operai addetti ai lavori di manutenzione della strada. Il sito del ritrovamento si trova quindi alla periferia della città, a meno di dieci minuti di macchina dal centro di Trieste.

L’Italia è sotto shock: un corpo appeso al ponte dell’autostrada

Immediatamente è arrivato un nutrito contingente di poliziotti, operatori sanitari, polizia di Stato, polizia municipale, vigili del fuoco, medico legale, oltre alla procura. È stato allestito un reparto sul lato della strada pubblica, dove il corpo è stato esaminato dal medico legale. In precedenza era stato sollevato dal sito alla strada utilizzando i camion dei pompieri.

Secondo le prime informazioni il defunto aveva tra i 40 e i 50 anni. Secondo il rapporto, il corpo presentava evidenti segni di tortura, ha riferito l’agenzia di stampa Dimenticare. morte Repubblica Sono state segnalate ustioni circolari, segni di colpi e tagli, probabilmente causati da colpi.

READ  Un enorme vulcano tuona e provoca 13 terremoti

La scoperta del cadavere sconvolge il Nord Italia: “Come un avvertimento”

Il morto è stato trovato appeso alla ringhiera con un cappio al collo e i piedi legati con del nastro adesivo. Poiché il corpo non presentava segni di decomposizione, si presume attualmente che l’uomo fosse stato impiccato al ponte la notte prima.

Il modo orribile in cui è stato esposto il corpo sta sconvolgendo le persone Repubblica “Un omicidio con un messaggio chiaro rivolto agli altri.” Era “come un avvertimento”.

A luglio è stato scoperto un cadavere nel Lago Maggiore e la siccità ha riportato alla luce l’uomo scomparso da 19 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto