Risultati delle elezioni statunitensi, Biden avanti. Punto in Nevada, Georgia, Arizona e Pennsylvania – Corriere.it

48 ore dopo la chiusura delle urne, Stati Uniti d’America non conoscono ancora il nome del loro prossimo Il presidente. Al momento, la situazione vede un candidato democratico Joe Biden davanti all’attuale presidente, Donald Trump: secondo l’Associated Press – la più cauta e autorevole delle agenzie americane – Biden ha raccolto 263 voti contro i 214 voti di Trump.

Secondo altre importanti reti e media americani, Il calcolo di Biden è leggermente inferiore: da 253 a 214. Il motivo è legato allo statoArizona: L’AP (e il conservatore Fox News) hanno già attribuito questa condizione al contendente, e altri media (dal New York Times al Washington Post, passando per la CNN) la stanno ancora valutando in bilancio. (Organizzazione mondiale della sanità trova la nostra mappa elettorale interattiva)

Anche dato questo calcolo più conservativo, Biden è decisamente più vicino alla vittoria di Trump: il primo non avrebbe 17 voti sufficienti, il secondo 56 per raggiungere una quota decisiva – servono 270 voti.

Quali combinazioni otterrà Biden? E Trump?

Biden può vincere in 27 diverse combinazioni di stati: dalla più semplice (una vittoria solo in Pennsylvania, che costa 20 voti), alla più limitata (con una sconfitta in Pennsylvania, Georgia, North Carolina e una vittoria in Arizona e Nevada: finisce in 270-268. ). A Trump restano solo 4 combinazioni per restare alla Casa Bianca. Il New York Times, responsabile del calcolo, rileva anche che c’è una possibilità di voto uguale: se Trump vince in Pennsylvania, North Carolina, Arizona e Nevada e Biden in Georgia, otterranno entrambi 269 voti (ma scenario improbabile: ora capiremo perché).

Risultati in Nevada

Dove siamo in Nevada?
Biden era in vantaggio di circa 11.000 voti; L’89% dei voti è stato contato.
Circa 190.000 schede non sono state ancora conteggiate: il 90% di queste schede proviene dalla contea di Clark, dove Biden ha il sopravvento (e si prevede che il vantaggio complessivo del Partito Democratico dovrebbe ora aumentare). Tutti i voti espressi di persona il giorno delle elezioni sono già stati conteggiati: rimangono solo i voti espressi per posta.
Quando arriveranno i risultati? Non prima di mezzogiorno, ora italiana
Voti elettorali “per”: 6

READ  Dettaglio goffo - Libero Quotidiano

Risultati in Georgia

Dove siamo in Georgia?
Trump è in testa, con solo 1.797 voti. Restano meno di 16.000 voti da contare. Tre collegi hanno sospeso le votazioni: il conteggio dei voti, che doveva terminare alle 6 del mattino (ora italiana), terminerà venerdì. I voti mancanti votati dall’area di Atlanta, che dovrebbe essere molto favorevole per Biden. Ma bisogna contare anche i voti – circa 8mila arrivati ​​nelle ultime ore dall’estero e dai militari, con i quali Trump potrebbe tornare. Nel 2016 Trump ha vinto in Georgia di 5 punti percentuali; dal 1992 (quando vinse Bill Clinton) nessun candidato democratico ha vinto qui.
Quando arriveranno i risultati? Teoricamente anche su American Night: ma almeno 4 collegi elettorali riprenderanno il conteggio dei voti domani mattina (ora USA). Quindi, anche in questo caso almeno nel pomeriggio (italiano).
Voti elettorali “per”: 16

Risultati in Arizona

Dove siamo in Arizona?
Ecco Biden, che guadagna circa 46.000 voti; Al momento è stato contato il 90 per cento delle schede. Resta da contare almeno 200mila schede – arrivate per posta – dalla contea di Maricopa: i risultati dovrebbero arrivare intorno alle 17 di venerdì ora italiana e dovrebbero essere favorevoli a Trump. Secondo l’Autorità Palestinese, che ha già nominato Biden allo Stato, anche se questi voti fossero la maggioranza a favore del presidente, è impossibile che il vantaggio del candidato democratico scompaia.
Quando arriveranno i risultati? Non prima di mezzogiorno, ora italiana
Voti elettorali “per”: 11

Risultati in Pennsylvania

Dove siamo in Pennsylvania?
C’è Trump qui, circa 22.000 voti. Tuttavia, le schede mancanti devono essere molto favorevoli ai Democratici: e loro, secondo le autorità statali, centinaia di migliaia. Secondo New York Timespiù precisamente, resta da contare circa 175mila voti, di cui oltre 58mila a Filadelfia: e nelle grandi contee come Philadelphia, annota il quotidiano americano, le operazioni di conteggio andranno avanti tutta la notte.
Quando arriveranno i risultati? Nel sud italiano – nella migliore delle ipotesi.
Voti elettorali “per”: 20

READ  Nessuno va più a Cuba
Risultati in North Carolina e Alaska

Ci sono altri due stati in cui il conteggio dei voti non è ancora completo: North Carolina e Alaska. Tuttavia, non ci dovrebbero essere sorprese: Trump deve vincere in entrambi gli stati. In North Carolina, il presidente è in vantaggio di 77.000 voti e Biden dovrebbe ottenere i due terzi dei restanti voti per raggiungerli.
Voti elettorali “per”: 15 per la Carolina del Nord, 3 per l’Alaska

(Per rimanere aggiornato sulle elezioni americane, iscriviti ad AmericaCina, una newsletter straniera che copre le due autorità e le loro sfere di influenza: clicca Organizzazione mondiale della sanità, e registrati a Il Punto).

6 novembre 2020 (modifica il 6 novembre 2020 | 07:22)

© LA RIPRODUZIONE È VIETATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto