Omicidio Willy, il reddito di cittadinanza percepito dai fratelli Bianchi

Marco e Gabriele Bianchi, i due fratelli di 24 e 26 anni accusati di omicidio intenzionale per la morte di Willy Monteiro Duarte, hanno preso il reddito di cittadinanza. Con i gemelli di Artena, anche il padre avrebbe ricevuto la rendita. Anche gli altri due arrestati per l’omicidio di Willy, Mario Pincarelli, 22 anni, e Francesco Belleggia, 23 anni, ha ricevuto la stessa borsa di studio. I rispettivi capifamiglia hanno chiesto il reddito di cittadinanza e pertanto potrebbero essere indagati per false dichiarazioni.

L’indagine patrimoniale sulla famiglia Bianchi è stata disposta dalla procura di Velletri (pm Luigi Paoletti) dopo che nei giorni scorsi sono emersi dubbi sui redditi dei ragazzi arrestati. In particolare i bianchi avrebbero sfoggiato SUV, orologi e abiti firmati quando non avevano un vero lavoro (Gabriele aveva appena aperto un negozio di frutta a Cori, vicino ad Artena, con l’aiuto del padre della sua ragazza, il Velletri Ladaga). Da qui la necessità di chiarire.

Nel frattempo, il comune di Colleferro ha organizzato ieri sera una fiaccolata per ricordare Willy Monteiro Duarte. è in corso la raccolta fondi per sostenere le spese familiari.


Willy Monteiro Duarte

Willy – secondo l’autopsia – è stato ucciso con calci e pugni, con gli aggressori che si arrampicano sul suo corpo mentre ora era indifeso, picchiandolo con una serie di colpi ripetuti.

La rissa in cui fu ucciso Willy, nella notte tra il 5 e il 6 settembre a Colleferro, sarebbe scoppiata per motivi banali: secondo quanto rivelato da Federico Zurma – l’amico Willy avrebbe voluto aiutare quando si arrese credo che stesse discutendo con gli altri. giovani: tre dei loro amici sono stati maltrattati dai ragazzi. Zurma spiega che lui e un amico sono andati a parlare con i ragazzi che li avevano infastiditi: e durante l’intervista si accende il confronto fisico. Un altro testimone, Emanuele Cenciarelli, spiega che Willy – che era stato un compagno di classe di Zurma – vedendo il suo amico in difficoltà si avvicina per capire cosa sta succedendo e se ha bisogno di aiuto. I ragazzi protagonisti dell’apprezzamento degli amici di Zurma avevano intanto chiesto aiuto ai fratelli Bianchi: e sarebbero stati loro, insieme agli altri due accusati, a massacrare Willy, prendendolo a calci e pugno mentre era a terra. C’è un video ripresa dalle telecamere in piazza ma molto buia e non identifica tutti i ragazzi che sono furiosi con Willy.

17 settembre 2020 (modifica il 17 settembre 2020 | 10:12)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

More from Agapeto Napolitano

Ci sono messaggi cancellati e il caso di Zelinsky: i rischi del Napoli

6 ottobre 2020-12: 55 La polemica continua dopo la disputa Juventus-Napoli, ora...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *