Al via la nuova compagnia di bandiera Alitalia “ITA”

La nuova Alitalia decolla venerdì sera. Almeno da un punto di vista formale. I quattro ministri responsabili del dossier – economia, trasporti, sviluppo economico, lavoro – hanno firmato un decreto istitutivo novità, passaggio che ufficializza la nomina dei vertici aziendali: l’amministratore delegato Fabio Maria Lacerini e il presidente Francesco Cayo. La compagnia si chiama Alitalia ITA, abbreviazione di Italian Air Transport.

Consiglio di Amministrazione

In una nota, il Ministero dell’Economia ha anche annunciato i membri del Consiglio di Amministrazione, ribadendo le aspettative dell’altro ieri: i consiglieri sono Alessandro Frattini (avvocato specializzato in diritto comunitario), Cristina Girelli (già Alitalia, ora Air Italy, ex Meridian, che è finita in liquidazione. lo scorso febbraio Simonetta Giordani (già Autostride), Lelio Fornabayo (commercialista), Silvio Martucelli (avvocato e docente di diritto civile a Luis), Francis Uzelli (ex numero uno di easyJet Italia ed ex capo di Alitalia) e Angela P. (ex magistrato Tara).

Professionale

Il Consiglio Tecnico, inizialmente composto da cinque membri e poi aumentato a sette, per unire le varie anime politiche del governo. Tra i consiglieri ci sono quelli che aiuteranno a convincere l’Ue della bontà del progetto (ad esempio Alessandro Frattini), e quelli che potranno aiutare nel settore stravolto da Covid (il caso di Francis Nodley). Il Collegio Sindacale è composto da Paolo Maria Chabotani, Giovanni Nacarato, Marina Scandura, Gianfranco Bushchini e Serena Goteski.

E ministri

Stiamo ponendo le basi per il rilancio del trasporto aereo italiano selezionando top manager in grado di sviluppare e attuare un piano industriale solido e sostenibile, spiega in una nota il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. Si tratta di una grande operazione industriale al servizio del Paese a sostegno della competitività delle imprese e per la ripresa del turismo italiano, aggiunge il ministro Paolo De Micheli (Trasporti). La crisi economica provocata oggi dalla pandemia ci permette di pensare a una ripartenza concreta della nostra compagnia di bandiera, afferma il ministro Stefano Patuanelli (Sviluppo economico). Abbiamo di fronte una sfida che va superata per dotare il Paese di un vettore che valorizzi professionalità e competenze, un ministro e mezzo Nunzio Catalfa (Lavoro).

READ  2 incredibili trucchi per WhatsApp che pochi conoscono
Manager

Lacerini e Cayo sceglieranno nei prossimi giorni la squadra del governo. Data la situazione in questo settore, è quasi un consiglio militare. Il top management dovrà sviluppare una nuova società, tenendo conto dell’attenta visione della Commissione Europea, che chiederà il massimo divario tra la nuova società e la società in amministrazione dell’emergenza, i cui ricavi nei primi nove mesi di quest’anno a causa del coronavirus sono diminuiti di 1,7 miliardi di euro.

Sindacati

È ora di adottare un decreto sulla costituzione: da questo momento inizia una nuova era, e non dobbiamo sbagliarci, a partire dallo sviluppo di un ambizioso piano industriale, che speriamo di apprendere al più presto, afferma Salvatore Pelekia, segretario generale di Fit-Cisl. La firma del decreto e la nomina del Consiglio di Amministrazione, che esprimono anche le competenze del settore, sono buone, ma permangono preoccupazioni per la complessità della situazione e per i quasi 7mila lavoratori in esubero, ricorda il Segretario nazionale Filt CGIL Fabricio Cushita. “C’è bisogno di un forum permanente per le discussioni tra i ministeri interessati ei sindacati”, chiede Kushita. Finalmente, dopo molte insistenti richieste di politica per avviare una nuova impresa, la situazione di stallo da mesi è stata superata, affermano il segretario generale di Wiltrasporti Claudio Tarlazzi e il segretario nazionale Ivan Viglieti.

Written By
More from Rocco Miniati

raffiche fino a 205 km / h

L’uragano Delta ha toccato il suolo questa mattina alle 5.30 in Messico...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *