Siglata la collaborazione con l'Ordine degli Psicologi – Alto Adige News

Bolzano – La Direzione scolastica italiana e la Camera degli psichiatri dell'Alto Adige hanno firmato ieri, martedì, un protocollo d'intesa. Obiettivo del protocollo è sviluppare opportunità di formazione per gli psicologi scolastici.

“Gli psicologi scolastici stanno diventando sempre più importanti, lo dimostra anche il Protocollo d'intesa recentemente firmato tra il Ministero dell'Istruzione e la Camera Nazionale degli Psicologi”, ha affermato il Consigliere di Stato per l'Istruzione Marco Galateo. Il protocollo firmato ora a Bolzano punta a potenziare i servizi esistenti, come lo sportello “…Parliamone” (ne parliamo), e in futuro dovrebbe ampliare l'offerta formativa e didattica aggiuntiva in questo ambito e avviare nuovi progetti.

Il protocollo d'accordo regola la collaborazione tra la Direzione dell'Istruzione e la Camera degli Psicologi. Ciò comprende, tra l'altro, i corsi annuali di formazione per psicologi scolastici già attivi, che le scuole sostengono nell'organizzazione e nei contenuti. «Sono più di 20 anni che nel sistema scolastico italiano sono presenti degli sportelli di consulenza sulla salute mentale, ai quali si rivolgono ogni anno circa 3.500 insegnanti, genitori e studenti. Con il protocollo ora sottoscritto questo servizio è stato rafforzato ed è destinato a migliorare ulteriormente.””, conferma il responsabile dell’ufficio scolastico, Vincenzo Gulotta, che ha firmato il protocollo d’intesa con il presidente dell’associazione degli psicologi del Paese. Francesca Scher, e il consigliere regionale Marco Galateo.

Alla cerimonia della firma, Scheer ha sottolineato che la presenza degli psicologi nelle scuole non è solo una “buona tradizione”, ma un nuovo modo di intendere la vita scolastica: “La vita quotidiana costringe giovani e adulti ad affrontare argomenti e sfide difficili Grazie a questa collaborazione, ai professionisti verranno forniti gli strumenti necessari per rispondere. Lo studio di consulenza “…Parliamone” opera in modo efficiente per queste nuove esigenze dal 2000. La richiesta di consulenza è aumentata negli ultimi anni nell'anno accademico 2022/23; sono state circa 200 domande in più rispetto all'anno accademico 2021/22. Questo servizio è presente in tutte le scuole italofone. Importante è anche la collaborazione con altri ambiti e servizi.

READ  GF Vip Paolo Brosio minacciato: ha giurato?

David Lazzari, presidente dell'Associazione Nazionale Psicologi CNOP (Consiglio Nazionale Ordine Psicologi), nel suo saluto ha elogiato l'iniziativa altoatesina, che ora verrà portata avanti a livello nazionale. Le misure di prevenzione in Alto Adige potrebbero diventare un modello che potrebbe essere adottato anche da altre regioni.

Da: M.K

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto