Scanlon Apparati: Scatole in cartoncino realizzate artigianalmente

Il componente Scanlon è di carta. Lo pieghi, lo tagli, lo incolli nell’acquerello e lo modella. (Immagine: Kristen Benz)

In uno studio sul tetto di Milen, Beth Scanlon realizza meticolosamente accessori per la casa di carta. Persegue con sicurezza il suo stile barocco, che sembra antiquato.

Il viaggio cartaceo di Beth Scanlon è iniziato nel 1999 con un incidente a Milano. Sulla strada per un tour del museo, è passata da Cartolleria Rovinj in Via Fratelli Rovinj. Nella piccola cartoleria lavorava un vecchio dai capelli bianchi. Gli ho chiesto un consiglio su come realizzare una cartella di cartone del suo acquerello che non voleva elaborare.

Nelle ore successive il signor Luciano Diodovich Scanlon ha iniziato il suo mestiere, il cartonnage. Si è persa una visita all ‘”Ultima Cena” di Leonardo da Vinci in piazza Santa Maria delle Grazie.

Beth Scanlon ha viaggiato molto come assistente di volo e attraverso il lavoro di suo marito.  Quando aveva circa quarant'anni, la 61enne si è trovata a lavorare come artista della carta.  (Immagine: Kristen Benz)

Beth Scanlon ha viaggiato molto come assistente di volo e attraverso il lavoro di suo marito. Quando aveva circa quarant’anni, la 61enne si è trovata a lavorare come artista della carta. (Immagine: Kristen Benz)

Oggi Beth Scanlon produce circa 500 accessori per mobili in cartone e carta ogni anno a mano, dal 2012 con il titolo Scanlon Apparati nel suo laboratorio. Principalmente ci sono cose per ufficio e ufficio.

In realtà oggetti ordinari, come porta-lettere e penne, portadocumenti e cestini, vengono trasformati in oggetti decorativi barocchi con la firma di Scanlon Apparati. È realizzato in cartone rivestito con carta goffrata italiana, spesso stampata a mano. Come elemento decorativo aggiuntivo, spesso vengono incollati motivi colorati o estratti di vecchie illustrazioni.

Uno sguardo al taccuino: il corpo di un violino nel Museo del Violino ha ispirato Scanlon a creare un portapenne.  (Immagine: Kristen Benz)

Uno sguardo al taccuino: il corpo di un violino nel Museo del Violino ha ispirato Scanlon a creare un portapenne. (Immagine: Kristen Benz)

Nel mondo di Beth Scanlon, non esiste un colore di superficie regolare e quasi nessuna linea retta su cui l’occhio può appoggiarsi. Ama il barocco con le sue caratteristiche extra. Parlare sarebbe una cosa diversa, ma non c’è motivo di cambiare il loro stile.

Un numero sufficiente di clienti apprezzano e vogliono proprio questo, il loro stile. A un certo punto non ha osato studiare arte, optando invece per il design industriale e il marketing, lavorando come assistente di volo e disegnatrice per un interior designer.

Come quando lavorava per un designer di interni, Scanlon era appassionata di acquerello.  (Immagine: Kristen Benz)

Come quando lavorava per un designer di interni, Scanlon era appassionata di acquerello. (Immagine: Kristen Benz)

Con lanterne di carta sulla dogana

Scanlon è particolarmente orgoglioso del progetto che ha potuto intraprendere al Financial Times Luxury Summit 2018 a Venezia. Per decorare la tavola da pranzo iniziata da Dolce & Gabbana, ha creato portapane a forma di tipiche gondole veneziane e grandi lanterne di carta per illuminare la scena.

Affinché le parti arrivassero in modo sicuro e in tempo per il festival, lei e suo marito hanno fatto un viaggio spontaneo a Venezia per consegnare di persona. Beth Scanlon si è seduta sul sedile posteriore per tutto il volo, con una delle lanterne in grembo.

Ricorda ancora il suo tremore e il successivo stupore quando ha attraversato il confine dalla Svizzera all’Italia. Come se un’auto piena di lanterne di carta non fosse niente di speciale, un doganiere le sventolò felicemente.

La maggior parte dei documenti del workshop Scanlon proviene dall'Italia.  (Immagine: Kristen Benz)

La maggior parte dei documenti del workshop Scanlon proviene dall’Italia. (Immagine: Kristen Benz)

Coda a New York

Raramente, i prodotti Scanlon Apparati si trovano nei negozi al dettaglio. Puoi cercarlo a lungo in Svizzera. La maggior parte delle parti viene prodotta in preordine e quindi esportata. Un negozio a New York ha una coda con le parti interessate: anche prima che la consegna raggiunga il porto, la maggior parte è già stata venduta.

Molte delle creazioni sono realizzate su misura, come il portalettere che è stato dipinto ad acquerello per decorare la capanna ei cani del futuro proprietario. Oltre a questo, le vendite vengono effettuate tramite i loro agenti in Inghilterra e negli Stati Uniti, che trasferiscono i loro prodotti a designer di interni per arredare case private. I loro clienti apprezzano l’unicità dei prodotti Scanlon Apparati.

Scanlon non può funzionare senza colla.  (Immagine: Kristen Benz)

Scanlon non può funzionare senza colla. (Immagine: Kristen Benz)

Il fatto che la carta sia un materiale deperibile non diminuisce affatto il desiderio. Anche il nome Scanlon Apparati gioca con questo fatto. Casualmente, Scanlon si è imbattuto nel termine “Apparati” leggendo degli affreschi barocchi italiani. Descrive una decorazione temporanea come un piatto che imita il marmo o l’oro.

Il fatto che i prodotti Scanlon Apparati siano fatti di carta spesso può essere visto solo al secondo sguardo. La stessa Scanlon può convivere con il fatto che la sua arte non è per sempre. Ama la modestia dell’articolo.

Ci vuole mezz'ora per ritagliare un oggetto assemblato come questa rosa di carta.  (Immagine: Kristen Benz)

Ci vuole mezz’ora per ritagliare un oggetto assemblato come questa rosa di carta. (Immagine: Kristen Benz)

Nipoti negli Stati Uniti

Lo studio Scanlon si trova in una piccola stanza con il tetto a falde nel suo appartamento a Milen, con accesso diretto alla riva del lago. Lei e suo marito si sono trasferiti qui dagli Stati Uniti nel 2017. Sono i lavori nel settore IT che di volta in volta hanno spostato la coppia altrove. Poi Scanlon Apparati è semplicemente andato con loro.

Lo studio sembra anche un collezionista.  (Immagine: Kristen Benz)

Lo studio sembra anche un collezionista. (Immagine: Kristen Benz)

Lo strumento viene rapidamente riposto in poche scatole. Un paio di forbici, coltelli, penne, pennelli, colla, cartelle con ispirazione raggruppata, un guanto di metallo per proteggere la mano, un tappetino da taglio, un righello morbido. Beth Scanlon non ha bisogno di altro per perseguire il suo mestiere, preferibilmente per il resto del suo lavoro in Svizzera. Se i suoi nipoti non la portano, come ti aspetteresti, negli Stati Uniti per stare vicino ai loro due figli adulti, lei e suo marito possono immaginare il loro invecchiamento qui.

Per proteggersi dalle lesioni, Scanlon indossa guanti di ostrica durante il taglio della carta.  (Immagine: Kristen Benz)

Per proteggersi dalle lesioni, Scanlon indossa guanti di ostrica durante il taglio della carta. (Immagine: Kristen Benz)

E poiché sospettava che il tempo trascorso in Svizzera potesse essere limitato, Scanlon iniziò a dipingere paesaggi locali in modo da poter portare qualcosa con sé se fosse successo il peggio. Tuttavia, non c’è stato tempo per questo dall’estate. La musica di Natale viene suonata in studio. La produzione di regali è in corso. Le parti non saranno sotto gli alberi di Natale svizzeri quest’anno, non ancora. Se la conversazione programmata con il negozio dell’hotel a Gstaad andrà bene, potrebbe cambiare presto.

READ  Il motivo che ha permesso alla Borsa di Milano di continuare a crescere anche oggi

Rocco Miniati

"Professionista del caffè. Appassionato di social media. Fanatico del web professionista. Appassionato di zombi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *