Massachusetts General Hospital: muore la prima persona a ricevere un trapianto di rene di maiale

Circa due settimane dopo il trapianto morì la prima persona con un rene di maiale geneticamente modificato. Com'è? Massachusetts L'Ospedale Generale ha affermato che non c'erano prove che la morte del 62enne Richard Suleiman fosse dovuta a un trapianto di organi. La clinica ha espresso le sue condoglianze ai suoi parenti.

Salomone fu la prima persona vivente ad avere un rene di maiale sul corpo. Dopo che il rene umano donatogli ha iniziato a cedere l’anno scorso, i medici hanno suggerito di trapiantare un rene di maiale geneticamente modificato.

Per molto tempo un simile trapianto per gli stranieri è stato considerato impossibile. Anche se il tessuto suino viene utilizzato da anni, tra l’altro, per le valvole cardiache artificiali, l’utilizzo di organi interi di animali è molto più complesso. Recentemente, gli scienziati hanno cercato di modificare gli organi animali in modo che assomiglino maggiormente agli organi umani. I reni di maiale furono poi temporaneamente trapiantati in persone cerebralmente morte. I cuori di maiale erano già stati trapiantati in due persone, ma morirono pochi mesi dopo.

I medici speravano che Suleiman durasse altri due anni

Alcuni geni suini dannosi per l'uomo furono rimossi dal rene trapiantato di Solomon. L’organo ha ricevuto anche geni umani specifici per renderlo più tollerabile per il paziente. I medici speravano che il rene del maiale prolungasse la vita di Suleiman di almeno due anni.

READ  Sotto la pressione dell'Unione Europea - la regione polacca abolisce la "zona gay-free"

I parenti di Suleiman hanno ringraziato i medici i cui sforzi hanno permesso alla famiglia di trascorrere altre sette settimane con il malato. Anche Suleiman è stato sottoposto all'operazione per dare speranza a migliaia di persone in attesa di un trapianto di organi. Il suo ottimismo sopravvivrà alla sua morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto