La migliore cache virtuale 3D per Zen 5? La tecnologia secondo AMD è attivamente in fase di sviluppo

I modelli AMD 3D V-Cache, in particolare il Ryzen 7 7800X3D, hanno impressionato in passato con buone prestazioni di gioco ed efficienza encomiabile. Quando fu introdotta l’architettura Zen 5, c’erano grandi aspettative che includesse modelli con l’abbreviazione “X3D”. Tuttavia, finora non è stato così. Tuttavia, ora c’è la conferma ufficiale che è in lavorazione un successore di questa tecnologia.

3D V-Cache nella prossima generazione

Come un portale giochi per computer Come abbiamo appreso in una conversazione personale con Donnie Wolegroski, Senior Technical Marketing Manager, è attualmente in corso il lavoro per migliorare la tecnologia. Wolygroski non ha voluto dire in quale direzione andranno questi cambiamenti. Tuttavia, ha chiarito che non vogliono adagiarsi sugli allori del design precedente, ma piuttosto sviluppare ulteriormente la tecnologia. Il processo è davvero entusiasmante, motivo per cui è entusiasta di parlarne con la gente.

Un modo ovvio per migliorare le prestazioni è dividere la cache 3D tra entrambi i chipset, aumentandola a 128 MB. Il campione di ingegneria era già uno il mese scorso È apparso Ryzen 9 7950X3D, che ha avuto anche queste modifiche. Tuttavia, come per qualsiasi fuga di dati, esiste la possibilità di manomissione o errore che comporta una visualizzazione errata dei dati di sistema dell'utente. Tuttavia, AMD ha già testato campioni con doppia cache 3D a V.

Il periodo di rilascio è incerto

Ma possiamo aspettare ancora un po' finché non ci sarà un rilascio vero e proprio. Quando lo Zen 4 è stato lanciato nell’agosto 2022, il primo modello X3D è seguito sei mesi dopo. Inoltre, non è ancora certo in che misura questi miglioramenti verranno integrati nella serie 9000. È possibile che la prossima fase di sviluppo verrà utilizzata solo nelle architetture CPU successive.

READ  Google: lo sviluppo di videogiochi richiede troppo tempo e troppo costoso | Software | Settori industriali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto