La funzione Color Pop in Google Foto non è più gratuita per tutti

Da qualche tempo, a partire da vari showdown, si conclude con l’applicazione Google Foto Ci sono stati suggerimenti che Google stava considerando la possibilità di caricare alcune funzionalità. Inizialmente si pensava che il pagamento dipendesse dalle notizie, ma in realtà – una storia diversa.

Quasi contemporaneamente al rilascio Google Foto nella versione 5.18 alcuni utenti lo segnalano Musica pop colorata era soggetto a un abbonamento a Google One, Servizio di archiviazione a pagamento. Color Pop è una simpatica funzionalità che permette di evidenziare un oggetto in primo piano, sbiancando lo sfondo in un selfie.

Il risultato finale è così convincente che l’azienda ha ovviamente pensato a qualcuno pagherà per il suo utilizzo. A seguito della notizia, Google ha spiegato la posizione ai colleghi di Engadget, affermando che Color Pop richiederà un abbonamento a Google One solo se la foto manca di informazioni sulla profondità di campo necessaria al programma per separare l’oggetto dallo sfondo.

“Musica pop a colori continua ad essere disponibile gratuitamente in Google Foto per tutte le immagini con profondità di campo. D’altra parte, gli abbonati a Google One possono utilizzare Color Pop per più immagini, anche senza informazioni speciali.

READ  Questo è ciò che porta il nuovo aggiornamento di WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto