La criminalità organizzata in Italia: la quarta mafia


Gemma e Teatro di Guerra: A Vieste, due clan mafiosi si combattono e si vendicano con l'omicidio.
Immagine: Mauritius

Guerre tra clan, racket di protezione e cacciacarri come nei film: per molto tempo la criminalità organizzata nella provincia italiana di Foggia è stata ignorata – e quindi potente.

DottLa guerra è iniziata la mattina del 26 gennaio 2015. Angelo Notarangelo, 37 anni e capo del clan della sua famiglia, stava guidando lungo la costa adriatica. Aveva dato da mangiare ai suoi cavalli e stava tornando a Vieste quando la sua auto a quattro ruote motrici è stata colpita da un proiettile poco prima di un tornante.

La polizia ha successivamente raccolto 15 bossoli. Provenivano da due pistole, un fucile da caccia e un fucile d'assalto. Notarangelo era indifeso. Ha cercato di scappare e di uscire dalla portiera del passeggero. Ma gli assassini, probabilmente quattro uomini, non gli hanno dato scampo. Quando un automobilista è arrivato sul posto intorno alle 7:30 e si è fermato, ha scoperto Notarangelo morto nell'erba accanto al SUV argento.

READ  Robbie Facinetti scrive un libro di memorie e promette Stefano Su Fb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto