F1: Sprint a Monza: Bottas vince – e dura ancora – motorsport e Formula 1

F1: Sprint a Monza: Bottas vince – e dura ancora – motorsport e Formula 1

È lontano da tutti e almeno sta per iniziare domani!

Valtteri Bottas (32) è il vincitore di partenza nello sprint di Monza e prende ufficialmente la pole position, ma deve ancora partire da dietro domenica al Gran Premio d’Italia (15:00/Sky e RTL). La ragione di ciò è la penalità per la sostituzione dell’unità di azionamento.

Il fortunato vincitore è Max Verstappen (23) alla Red Bull. Con il secondo posto nella volata, ha conquistato il primo posto nella gara principale di Monza. Lewis Hamilton (36) ha tagliato il traguardo al quinto posto con la sua Mercedes.

Sorpresa: Daniel Ricciardo (32) e Lando Norris (21) tagliano il traguardo al terzo e quarto posto.

Sebastian Vettel (34) ha concluso 12°, Mick Schumacher (22) 19°, e l’ultimo a tagliare il traguardo.

Perché gareggiare già sabato?

La Formula 1 sta testando un nuovo format di gare per il weekend tre volte in questa stagione: qualifiche il venerdì, sprint di oltre 100 km e un massimo di 30 minuti il ​​sabato e la gara regolare di domenica.

La gara di Monza è la seconda prova. La Formula 1 ha già guidato la gara sprint a Silverstone/Inghilterra. Il numero tre tenta il seguito in Brasile. I tre weekend speciali sono un test per vedere se il format sarà accettato e se sarà fatto più frequentemente in futuro.

La Formula 1 annuncia giustamente le corse: Lamont Marcel Jacobs (26), medaglia d’oro olimpica di Tokyo per i 100 metri, corre pochi metri prima di un giro di riscaldamento. Quindi i 20 piloti sono autorizzati a correre.

Delle due Mercedes in prima fila ne scappa solo una, Bottas, che è stato il più veloce nelle qualifiche del venerdì. Lewis Hamilton scende dal secondo al quinto, dopodiché viene toccato dalla radio. Max Verstappen è il nuovo ricevitore Bottas della Red Bull.

READ  "Vista la sua età ...", gelo in studio - Libero Quotidiano

Pierre Gasly spruzza Alpha Tauri con la sua ala anteriore a poche centinaia di metri e Daniel Ricciardo chiama. Il francese vola, si precipita attraverso il letto di ghiaia e frena in gruppo. La safety car deve essere sulla strada giusta. Ciò non impedisce al sostituto di Raikkonen, Robert Kubica, di voltarsi e ostacolare il compagno di squadra esordiente di Gasly, Yuki Tsunoda. Anche Mick deve scappare, sbattendo sull’erba e perdendo tempo.

La tappa della Safety Car si conclude a 15 giri dalla fine. E poi, per la maggior parte, il lavoro è finito. Al vertice non succede nulla, Bottas resta davanti a Verstappen.

Mick dovrebbe continuare a perdere i suoi posti dopo la ripartenza. Solo dietro di lui c’è Kubica dopo 11 giri, e poco dopo anche lui passa – ma domenica Mick parte solo terzultimo per l’insuccesso di Gasly e la penalità di Bottas.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

MONDOSCINEWS.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Mondo Sci News