Zona rosso-arancio, regioni: “Revisione di 21 parametri per zona di rischio”. Suggerimento: ridurli a cinque

Definire i parametri delle misure anti-restrittive Infezione da covid da coronavirus. Lo ha proposto alla Conferenza delle Regioni il presidente del Friuli-Venezia Giulia Massimiliano Fedrigo. “Vanno riconsiderati 21 parametri per la determinazione di misure restrittive utili al contenuto di # Covid_19. Accordo unanime sulla proposta del presidente del Friuli-Venezia Giulia Massimiliano Fedriga all’odierna Conferenza delle Regioni. Ora confronto con il governo” – ha detto nel suo Twitter il vicepresidente Fvg Ricciardi.

Covid Veneta, Zaya: “Per l’ultimo giorno 100 morti, ma il primo giorno con segno negativo di ricovero”

Zona rossa, quindi fare acquisti fuori comune: ma solo se si risparmia. Il governo sta cambiando il fatto

Dalla riunione di questa mattina della Conferenza delle Regioni “giunge all’unanimità richiesta di tenere un preventivo confronto con il governo su parametri e modalità”, ha detto il presidente veneto Luca Zaya. “Chiediamo di rafforzare il tema del confronto preventivo”, aggiunge, “e si ripete la necessità di impostare una sorta di“ coupon sui parametri ”.

Offerta: solo 5 indicatori

In particolare, la Conferenza delle Regioni propone che il Governo utilizzi cinque indicatori specifici (attualmente utilizzati 21, ndr) per determinare il rischio di contagio nelle regioni italiane. Per le regioni gli attuali parametri sono “inadeguati” e quindi “soggetti a revisione”. Cinque indicatori: percentuale di strisci positivi, escluse tutte le attività di screening e ripetizione del test degli stessi soggetti, Rt calcolato sulla base della sorveglianza ISS completa, tasso di occupazione dei letti in terapia intensiva totale per pazienti Covid e numero totale di letti per pazienti Covid , oltre alla possibilità di garantire risorse sufficienti per la ricerca dei contatti, l’isolamento e la quarantena, nonché il numero, il tipo di professionisti e il tempo / persona allocati in ciascun servizio territoriale per la ricerca dei contatti

READ  Piano di diffusione del Ministero - Corriere.it

“Scontro urgente con il governo”

Le regioni chiedono un incontro urgente con il ministro della Salute Roberto Speransa e con gli Affari regionali Francesco Boch. “C’è la necessità”, afferma il vicepresidente Totti, “di rivedere i parametri sviluppati nella prima fase della pandemia, al fine di semplificare aggiornando le indicazioni per l’uso dei test rapidi dell’antigene e di biologia molecolare e di modificare gli indicatori per il monitoraggio per la classificazione”.

Ultimo aggiornamento: 16:34


© LA RIPRODUZIONE È VIETATA

More from Agapeto Napolitano

“Ti ho amato come un figlio” – Corriere.it

Lutto nella casa di Iva Zanichi: suo fratello è morto Antonio Zanici,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *