Una richiesta di aiuto a Putin: i residenti di Belgorod si lamentano degli attacchi in Ucraina

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

La guerra in Ucraina arriva alle porte della Russia. La regione di confine di Belgorod è ora testimone dell’orrore della guerra e si sta rivolgendo verso Vladimir Putin.

BELGOROD – Ciò che Vladimir Putin temeva da tempo è ormai sempre più realtà: la guerra in Ucraina comincia a farsi strada anche in Russia. Sono finiti i tempi in cui erano i soldati professionisti e i volontari, così come i carcerati arruolati e le minoranze provenienti da ambienti poveri, a testimoniare in prima persona i conflitti. Anche la popolazione russa vive ora l'orrore della guerra alle porte di casa sua, ad esempio nella regione di confine di Belgorod.

Da lì, i residenti hanno inviato una richiesta di soccorso al presidente russo tramite i social media. “Noi residenti vorremmo attirare la vostra attenzione sul problema più urgente: il massiccio bombardamento da parte dell’Ucraina della nostra regione”, dice tra gli altri un uomo in un video. N-TV sparsi. Una madre lamenta anche che i suoi figli imparano da casa da mesi e devono continuare a fuggire nei rifugi. “I nostri bambini piangono di notte perché hanno paura”, racconta la donna.

I soccorritori e i residenti osservano un condominio parzialmente crollato a Belgorod. (Foto d'archivio) © Yelizaveta Demidova/Imago

Un esperto classifica gli attacchi in Ucraina come “diversi” dalla guerra di Putin

I residenti della regione di Belgorod descrivono preoccupazioni che da tempo sono diventate parte della vita quotidiana del popolo ucraino. E non solo nella regione di confine di Kharkiv, che le forze di Putin stanno bombardando con tutte le loro forze, ma anche nelle regioni di Donetsk, Luhansk e Zaporizhzhia e nelle città di Mariupol, Kiev, Kherson e Odessa. È così da più di due anni.

READ  Zelenskyj combatte i sospetti nel Congresso americano

L’esercito russo mira a indebolire il morale del popolo ucraino attraverso i bombardamenti quotidiani. Ma l’Ucraina stessa no, dice il politologo Frank Umbach N-TV: Ha aggiunto: “In alcuni casi, ciò potrebbe effettivamente colpire la popolazione civile, anche se sono sicuro che la parte ucraina, a differenza della guerra russa, non sta conducendo deliberatamente la guerra contro la popolazione civile”.

Ombach ha inoltre sottolineato che nella regione di confine c'erano molte persone che “fin dall'inizio non erano grandi sostenitori di questa guerra”. Non c’è dubbio che il Cremlino utilizzi la rabbia russa per i propri scopi propagandistici. Tuttavia, i contrattacchi ucraini saranno probabilmente accompagnati dalla cessazione della guerra in Ucraina. Tuttavia, è stato solo a maggio che Putin ha lanciato una nuova offensiva nella regione ucraina di Kharkiv. La ragione addotta era che voleva creare una zona cuscinetto per fermare i bombardamenti ucraini sulla regione di Belgorod di fronte. Dopo una decina di chilometri l'avanzata delle forze russe, prevista su un ampio fronte, si fermò.

Crescono le interruzioni di corrente a Belgorod: sembra che l'Ucraina abbia attaccato una sottostazione russa

Il 1 luglio, il governatore di Belgorod Vyacheslav Gladkov ha segnalato diffuse interruzioni di corrente. “Ci sono danni alle linee telefoniche, alle forniture di gas ed elettricità; “In diverse località si è verificata un'interruzione temporanea della corrente elettrica”, ha scritto Gladko sul suo canale Telegram sulla situazione nella regione di Gragoron. Secondo i media locali sono state colpite anche la capitale Belgorod e la grande città Stary Oskol. Si dice che la causa sia una sottostazione danneggiata.

Portale Internet regionale cenere Ha pubblicato video che mostrano esplosioni notturne nella sottostazione di Stary Oskol. È una delle più grandi aziende della regione ed è in parte responsabile della fornitura alla vicina regione di Kursk. Il governatore ha anche avvertito della possibilità di una carenza di approvvigionamento energetico. (figlio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto