Trump, dalle dichiarazioni dei redditi emerge un impero sull’orlo della bancarotta

Tuttavia, soprattutto la figura un uomo che lotta per la sopravvivenza politica e finanziaria: tornare ai seggi elettorali, sotto inchiesta da parte del fisco, coperto da debiti. Le sue imprese potrebbero non sopravvivere, spiega Orologio alla fine dell’articolo: stanno perdendo soldi e Trump deve rimborsare prestiti per più di 300 milioni di dollari che terminano entro i prossimi quattro anni e per i quali c’è responsabilità personale. Ha anche venduto azioni per un valore di milioni di dollari e, secondo personaggi pubblici, potrebbe rimanere nel suo portafoglio meno di un milione di azioni. Senza contare che la pandemia ha distrutto il settore dell’ospitalità e del tempo liberosu cui risiedono molte delle sue proprietà, e poi sulla sua testa pende un’indagine fiscale: se l’Internal Revenue Service, l’Agenzia delle Entrate degli Stati Uniti, cancella il risarcimento ricevuto 10 anni fa, Trump dovrà pagare più di 100 milioni di dollari.

Ma andiamo in ordine. quando nei primi anni 2000 gli viene offerta l’opportunità di prendere parte a un reality show Lo studente,, Trump era in una posizione finanziaria. Nonostante questo, è riuscito a ottenere un accordo particolarmente redditizio con i produttori, che gli ha permesso di raccogliere la metà dei profitti: il successo dello spettacolo lancia Trump come personaggio televisivo, prende in tasca quasi $ 197,3 milioni e aiuta a tirare su accordi di licenza particolarmente redditizi in tutto il mondo, dall’Azerbaigian alla Turchia, che gli ha portato più di 230 milioni di dollari tra il 2000 e il 2018. Nessuna licenza era troppo piccola Trump ha preso in prestito il suo nome: dai biscotti Oreo alla pizza di Domino, ai materassi e alle cravatte Serta, scrive Orologio. A quel tempo, il futuro presidente chiedeva un profitto di $ 427 milioni.

READ  È morto il presidente dell'Anpi nazionale, Carlo Nespal

Se a quel punto avesse goduto di un’imposta esentasse da un miliardo di dollari colpita negli anni ’90, un’ondata di successo ha costretto Trump a pagare le tasse per la prima volta da molto tempo: dal 2005 pagato 70 milioni di dollari in tre anni nell’IRS. Nel decennio successivo, dichiarando nuovamente le grandi perdite delle loro aziende, i pagamenti si fermarono praticamente: per cinque anni non ha pagato nulla e nel 2017, nel primo anno di presidenza, ha pagato solo 750 dollari. Oltre al personaggio creato dal reality show, è nato l’impero di Trump – grazie a padre Fred – e si basa sul settore immobiliare.

In parte le bollette vanno bene. Nel periodo dal 2000 al 2018 spazio commerciale Trump Tower, un simbolo della sua ascesa tra i potenti newyorkesi, ha portato profitti per $ 336,3 milioni e altri $ 167 milioni. Trump’s World Tower, sul lato est di Manhattan. Tra gli investimenti più redditizi troviamo anche il 30% delle azioni due edifici per uffici di proprietà del Vornado Realty Trust, che gli è valso $ 176,5 milioni entro il 2018. Tuttavia, da ora in poi iniziano i guai. La maggior parte le proprietà sono molto poco redditizie, a cominciare dai campi da golf – acquistato a reddito Lo studente e accordi di licenza, che dal 2000 pesavano 315,6 milioni di dollari: Trump National Doral, solo in Florida, ha riportato perdite per 162,3 milioni di dollari. A questo si aggiungono le perdite create da resort e hotel americani ed europei aperto presso il vecchio Washington Post Office.

Cas si appella nuovamente alle autorità fiscali per un’altra esenzione. Perdite – spettacoli Orologio – sono abbastanza reali e alcuni sono anche abbastanza grandi. Tra il 2008 e il 2009, ad esempio, il futuro presidente rivendica ancora un miliardo di perdite, per lo più legati ad investimenti in bancarotta all’Atlantic City Casino nel New Jersey: per questo lo chiede all’IRS un rimborso fiscale di $ 72,9 milioni, praticamente tutto ciò che ha pagato negli anni del successo c Lo studente. L’ufficio delle imposte lo riconosce, ma questa volta decide di condurre i controlli, che 10 anni dopo non sono ancora stati completati. In totale, tra il 2000 e il 2018, Trump sostiene perdite per 174,5 milioni di dollari.

Nel 2015, quando ha annunciato la sua candidatura alla presidenza, il fiume di denaro ricevuto dai reality e dagli accordi di licenza si è praticamente prosciugato. Alla fine, questo dettaglio non farebbe che confermare i pettegolezzi del tempo che volevano Trump cerca solo la fama per ricostruire il marchio in difficoltà: il suo straordinario talento di showman e la capacità di produrre scatti continui che mettono in ombra altri candidati, rovinano il piano, qualunque esso sia, e lo conducono alla Casa Bianca. Come raccontato da diversi libri, a cominciare da Fuoco e furia Michael Wolff, nella notte delle elezioni nessuno intorno a lui, a cominciare dallo stesso Trump, si aspettava la vittoria: all’epoca si vociferava sul possibile lancio di una rete televisiva di destra, o un nuovo reality show con il presidente Trump nella parallela Casa Bianca.

READ  Coronavirus, superiori: doppi turni, apprendimento integrato, ingresso dopo le 21 Da mercoledì 21 ottobre "se la situazione lo richiede". Testo finale DPCM, SCARICALO

Tutte le voci che rimangono così perché Trump sta, di fatto, vincendo. Le sue dichiarazioni, soprattutto sugli immigrati, cominciano a costargli: se non politicamente, almeno economicamente. Nbc lasciare lo spettacolo Lo studente e il concorso Miss Universo, che ha vinto con un imprenditore di New York: il suo ruolo di reality star gli è valso meno di 10 milioni nel 2017 e solo 2,9 nel 2018. Tuttavia, la presidenza porta anche alcuni vantaggi economici: il club Mar-a-Lago, che in inverno diventerà la Casa Bianca, sta firmando diversi nuovi membri alla ricerca di un rapporto e di un’influenza che Solo nel 2016 hanno guadagnato al presidente 7,8 milioni di dollari. Per quei $ 750 tasse federali pagate all’anno, fu eletto e il successivoinsomma, quando è entrato alla Casa Bianca, c’è di più: le difficoltà dell’impero di carta, basato su debiti e grandi perdite, e soprattutto sulle paure un presidente che il 3 novembre potrebbe non solo perdere la Casa Bianca.

28 settembre 2020 (modifica il 28 settembre 2020 | 13:07)

© LA RIPRODUZIONE È VIETATA

More from Agapeto Napolitano

Misure segrete ed efficaci contro i ristoranti. Ancora non abbastanza per il trasporto

“Sai qual è il problema?”, Dice l’immunologo Sergio Romagnani, professore onorato all’Università...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *