Tesla Model 3: dopo l’incidente si rompe e le batterie volano via

Negli Stati Uniti, l’elettricità ha colpito un palo e le batterie hanno rotto l’alloggiamento che le conteneva, anche quando si sono trovate nelle case vicine. L’autista era sotto l’influenza della cannabis

Modello Tesla 3 sul bordo di una strada in rovina dopo aver colpito un palo della luce. Questa è una scena davanti agli agenti di polizia di Corvallis, Oregon (USA). Le condizioni dell’auto hanno fatto temere il peggio per chi era a bordo, ma l’incidente si è rivelato non avere conseguenze per il conducente, l’unico passeggero dell’auto che è fuggito dopo l’incidente ed è stato ritrovato per tre quarti: come riferito dalla stampa locale è scappato perché era sotto l’influenza della cannabis. Le interviste hanno rivelato che l’auto si muoveva a una velocità di circa 160 km / h prima di lasciare la strada.

Recinzione rotta

L’incidente non solo conferma gli elevati standard di sicurezza della Tesla Model 3, tra le migliori vetture mai testate dall’Europeo Ncap e dall’americano Nhtsa, specializzati nella simulazione di shock (noti crash test), ma evidenzia anche il problema dei veicoli elettrici. Il Model 3 nella versione Standard Range è alimentato da 2.976 batterie agli ioni di litio suddivise in 96 unità da 31 batterie; La versione Long Range, con maggiore autonomia, dispone di 96 pacchi con 46 batterie, per un totale di 4416 celle. Dopo un impatto particolarmente violento, la busta che copriva i pacchi si è danneggiata e centinaia di batterie sono volate fuori, finendo nelle case vicine. E così, la polizia di Corvalis ha dovuto denunciare il pericolo tramite Facebook.

READ  Pasta al-grate, come si dice a Napoli, o timballo di pasta grattugiata - un piatto sublime della tradizione napoletana

Come intervenire

Secondo il messaggio, le batterie possono provocare ustioni alla pelle, emettere gas tossici ed emettere sostanze nocive per l’uomo e gli animali, per questo la polizia ha consigliato di non toccarle e chiamare un numero di emergenza per intervenire. esperti. L’incidente di Corvalis è stato un evento estremo alla luce della forza dell’impatto, e non tutte le collisioni portano alla rottura della carcassa della batteria, ma è chiaro che è necessario studiare le linee guida esatte e seguire le misure di intervento dopo l’incidente. coinvolgendo un’auto elettrica. Questo è quando i vigili del fuoco, nell’articolo qui sotto.

Rocco Miniati

"Professionista del caffè. Appassionato di social media. Fanatico del web professionista. Appassionato di zombi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *