Tempesta: quattro persone sepolte dopo le inondazioni in Svizzera

A causa delle inondazioni Svizzera Venerdì le autorità dei Cantoni Vallese e Grigioni hanno evacuato più di 200 abitanti. Nel Vallese circa 230 persone hanno dovuto abbandonare le proprie case, ha dichiarato all'agenzia di stampa svizzera Keystone-SDA il capo della protezione civile Marie-Claude Noth Equier. Sono stati allertati più di 200 vigili del fuoco e molte altre forze.

La località è conosciuta come una stazione sciistica Zermatt Da venerdì pomeriggio è isolata dal mondo esterno a causa del pericolo di inondazioni. La linea ferroviaria tra Visp e Zermatt resta momentaneamente chiusa a causa del pericolo di inondazioni, ha annunciato questa mattina la Matterhorn Gotthard Bahn. A causa della chiusura della strada è stato costretto a fermarsi anche il traffico alternativo di autobus tra Visp e Tach, a circa cinque chilometri da Zermatt.

Forti temporali hanno colpito la zona negli ultimi giorni. Ciò è stato causato dalle forti piogge e dal forte scioglimento della neve quest'anno Inondazioni. Il fiume Vespa ha rotto gli argini. Nel fine settimana è prevista ulteriore pioggia.

Anche le scuole a Zermatt sono state chiuse, ha riferito a Keystone-SDA un impiegato comunale. Le immagini pubblicate online mostrano parte delle passerelle lungo il fiume Vespa inondate da acqua fangosa.

Quattro persone sono state sepolte dopo una frana

Autorità cantonali Wallis Ha inoltre impedito ai residenti di camminare sulle rive del fiume Rodano a causa del rischio di inondazioni. Il divieto vale anche nel vicino quartiere vodese di Chablis, fino a lunedì sera. Secondo le autorità, venerdì sera il livello del fiume Rodano raggiungerà il livello massimo.

Secondo la polizia cantonale, da venerdì si sono verificati diversi temporali, forti piogge, inondazioni e smottamenti anche nei Grigioni, nel sud-est del Paese. Particolarmente colpita è stata la valle del Mesoux, a sud del passo del San Bernardino, al confine con l'Italia, dove molte persone sono state allontanate a scopo precauzionale dalle loro case.

Quattro persone sono state sepolte nella valle sotto fango e detriti. Finora una donna è stata salvata e la polizia dice che sta ancora cercando altri tre residenti nelle case sotto le macerie. I funzionari hanno messo in guardia dall'entrare negli scantinati o nei parcheggi sotterranei. Un tratto dell'autostrada al confine con l'Italia è stato chiuso a causa di una frana.

Più o meno la stessa quantità di pioggia in un giorno come al solito durante l'intero mese

Il servizio meteorologico MeteoNews ha segnalato nei Grigioni 125 mm di pioggia in 24 ore. Altrimenti, una media di 154 millilitri è la norma per tutto giugno. Nello stesso periodo si sono verificati anche più di 7.000 fulmini.

Anche altre parti della Svizzera sono state colpite dalle inondazioni. L'Agenzia federale dell'ambiente ha annunciato il livello di allerta più elevato per alcune parti del Lago di Costanza. Già all'inizio del mese la Svizzera è stata colpita da inondazioni in questa zona.

READ  Torta di pasta frolla con budino alla vaniglia, frutti di bosco e panna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto