Spazio, un nuovo pianeta aperto simile alla Terra: dov’è

Spazio, un nuovo pianeta aperto simile alla Terra: dov’è

Il cosmo ha scoperto un nuovo pianeta simile alla Terra: si trova nella Via Lattea e ha le stesse dimensioni del nostro corpo celeste

Spazio, un nuovo pianeta aperto simile alla Terra: dove si trova (Foto: Getty)

Forse la nostra galassia pullula di pianeti canaglia, cioè non legato gravitazionalmente a qualche stella. Un team internazionale di scienziati guidati da astronomi polacchi ha annunciato la scoperta della maggioranza ad oggi, è stato trovato un piccolo pianeta galleggiante delle dimensioni della Terra.

Negli ultimi anni sono stati scoperti ulteriormente 4000 esopianeti. Sebbene molti dei noti non siano simili a quelli del nostro sistema solare, ma hanno una cosa in comune: ruotano tutti attorno alla stella. Tuttavia, le teorie sulla formazione e l’evoluzione della copertura celeste predicono l’esistenza di pianeti fluttuanti (canaglia) che non ruotano attorno alla stella. Alcuni anni fa astronomi polacchi del team OGLE dell’Osservatorio Astronomico Università di Varsavia fornito la prima prova dell’esistenza di tali pianeti nel territorio La via Lattea. Scrivi ulteriormente Lettere di una rivista astrofisica, scienziati DIO ha annunciato la scoperta del più piccolo pianeta canaglia trovato fino ad oggi.

Gli esopianeti possono essere osservati direttamente raramente, rendendo la scoperta ancora più concreta e complessa.

POTREBBE ESSERE INTERESSATO >>> NASA, la sonda Osiris-Rex è atterrata sull’asteroide 4 anni dopo

Un nuovo pianeta simile alla Terra è stato scoperto nello spazio: si trova nella Via Lattea

Scoperto un nuovo pianeta
Spazio, un nuovo nuovo pianeta simile alla Terra: situato nella Via Lattea (Foto: Getty)

Pianeti galleggianti Non emettono praticamente radiazioni e, per definizione, non ruotano attorno a nessuna stella ospite, quindi non possono essere rilevate con i metodi di rilevamento astrofisici tradizionali. Tuttavia, possono essere rilevati da un fenomeno astronomico chiamato microlensing gravitazionale (microlensing). Questo metodo è il risultato di una teoria generale della relatività Einstein: Un oggetto massiccio (lente) può piegare la luce di un oggetto luminoso sullo sfondo (sorgente). La gravità della lente agisce come un enorme specchio ingranditore che piega e ingrandisce la luce delle stelle lontane.

READ  Qual è la realtà di vivere in un mondo non newtoniano?

Sebbene finora lo siano stati ne sono stati identificati solo quattro, i ricercatori dicono che potrebbe esserci miliardi o addirittura trilioni di pianeti galleggia all’interno del nostro Galassia: La via Lattea. Queste scoperte possono essere molto importanti per una migliore comprensione delle caratteristiche intrinseche Terra.

POTREBBE ESSERE INTERESSATO >>> Dal punto di vista spaziale, il lancio di Vega è stato ritardato a causa del tifone

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

MONDOSCINEWS.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Mondo Sci News