Sequestrate in Italia 134 Fiat Topolino

  1. 24auto
  2. Notizia

Insiste

La Guardia di Finanza ha sequestrato 134 Fiat Topolino nel porto di Livorno. Il motivo è un piccolo adesivo con sopra la bandiera italiana.

Ovunque si dice “Italia” dovrebbe in realtà essere “Italia”: la casa automobilistica Alfa Romeo ha recentemente visto questa interpretazione della legge. Dopo la pressione dell’opinione pubblica, il produttore ha ribattezzato il suo nuovo SUV “Milano” in “Junior”. I politici erano sconvolti dal fatto che il nome suggerisse che l’auto fosse stata prodotta in Italia, ma fosse uscita dalla catena di montaggio in Polonia. Ora è stato colpito un altro marchio del gruppo Stellantis: la guardia di finanza italiana ha sequestrato decine di Fiat Topolino. A causa del piccolo adesivo.

Un manifesto con la bandiera italiana invita le autorità ad agire

Lo riferisce il quotidiano regionale toscano Mar Tirreno Nel porto di Livorno sono state sequestrate 134 Fiat Topolino, piccole auto elettriche che possono essere guidate da persone dai 15 anni in su. Il motivo: le auto elettriche avevano piccoli adesivi con la bandiera italiana sulle porte – ma non sono “Made in Italy”, le auto elettriche sono prodotte in Marocco.

A causa della piccola bandiera italiana sulla portiera, la Guardia di Finanza italiana ha sequestrato 134 Fiat Topolino. (Foto d'archivio) © Gruppo LiveMedia/Imago

Puoi trovare argomenti automobilistici più interessanti nella nostra newsletter gratuita

Rapporto da Bloomberg Secondo il governo italiano, il governo italiano sta attualmente andando contro gli obiettivi di Stellantis, poiché sembrano esserci piani per tagliare posti di lavoro nel paese e trasferirli in paesi con costi inferiori. Il mese scorso, migliaia di italiani si sono uniti ai lavoratori in sciopero vicino alla sede della casa automobilistica a Torino in previsione di una nuova ondata di licenziamenti.

READ  La Coppa ATP: la Russia travolge l'Italia in finale - Sports Mix

Come Stellantis vuole risolvere il “problema della scienza”.

Sembra che Stellantis abbia già trovato una soluzione relativamente semplice al problema scientifico, come hanno riportato all’unanimità diversi media italiani. Secondo l'azienda, le etichette devono essere rimosse dai piccoli cubi elettrici, a condizione che si ottenga l'approvazione delle autorità competenti. La casa automobilistica nega ogni addebito: ha sempre chiarito in modo trasparente che la Fiat Topolino non è prodotta in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto