Segretario di Stato americano: Anthony Blinken interpreta a Kiev il ruolo di “agitatore del mondo libero”.

al di fuori Polizia cittadina

Antony Blinken suona “Rockin' in the Free World” a Kiev

Blinken prende in mano la chitarra a Kiev e suona i classici di Neil Young

Nella capitale ucraina il segretario di Stato americano Antony Blinken non solo ha parlato delle spedizioni di armi all'Ucraina attaccata dalla Russia, ma ha anche mostrato il suo talento musicale. Il 62enne è salito sul palco di un bar di Kiev e ha preso in mano la chitarra.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Questa è la quarta visita del segretario di Stato americano Blinken a Kiev dall'inizio della guerra d'aggressione russa. Questa volta, il 62enne ha visitato un pub e ha portato la sua chitarra sul palco per suonare un classico di Neil Young.

ShUn'apparizione insolita a Kiev: nella capitale ucraina il segretario di Stato americano Antony Blinken non solo ha parlato delle spedizioni di armi all'Ucraina attaccata dalla Russia, ma ha anche mostrato il suo talento musicale. Il 62enne è salito sul palco di un bar di Kiev martedì sera e ha imbracciato la chitarra, come si vede in un video.

“So che questi sono tempi davvero difficili”, ha detto il massimo diplomatico americano. Ma il popolo ucraino dovrebbe sapere che gli Stati Uniti e il mondo libero gli proteggono le spalle. La band ha quindi iniziato a suonare sul palco “Rockin' in the Free World” di Neil Young. Lampeggiante accompagnato Nel 1989 ha suonato la chitarra e ha cantato con il coro.

Qui troverai contenuti da YouTube

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Neil Young ha scritto la canzone dopo il fallimento di un tour programmato in Unione Sovietica. Poi il suo chitarrista ha detto: “Dobbiamo continuare a suonare musica rock nel mondo libero” – quindi dobbiamo continuare a suonare musica rock nel mondo libero. Young lo adottò come ritornello, poiché voleva scrivere una canzone, disse, “sul tema dell'Ayatollah e del tumulto nel mondo”.

Martedì il segretario di Stato americano è arrivato inaspettatamente per una visita nella capitale ucraina. La visita, che come di consueto non è stata annunciata per motivi di sicurezza, è stata la quarta di Blinken dall'inizio della guerra nel febbraio 2022. È stata anche la prima visita dopo che gli Stati Uniti hanno approvato un tanto atteso pacchetto di aiuti del valore di 61 miliardi di dollari USA (56,5 miliardi di euro ).

READ  Elezioni USA 2020, risultati in diretta: Biden a pochi punti dalla vittoria. Anche in Georgia: ora è un testa a testa. In attesa di appuntamenti per Arizona e Nevada. Trump contesta il voto per corrispondenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto