Mondiali Are, discesa libera: vince Jansrud

La tanto attesa discesa libera ai mondiali di Are è stata vinta dal norvegese Jansrud, davanti al connazionale Svindal all’ultima gara della carriera che ha segnato 36 anni, 36 vittorie, cinque titoli mondiali e altre quattro medaglie iridate oltre a due ori olimpici e due coppe del mondo, e terzo sul podio l’austriaco Kriechmayr. Una gara molto complicata per le difficili condizioni atmosferiche, sulla pista infatti ha imperversato una fitta nebbia che ha costretto il comitato organizzatore a posticipare la partenza, ma fino all’ultimo è sembrata sfumare la possibilità di scendere.

Si è poi scelto di gareggiare al limite della regolarità e indubbiamente questo ha condizionato gli atleti. Ha vinto Kjetil Jansrud con una prova impeccabile, atteso nelle prime posizioni anche Riechelt che forse proprio per la scarsa visibilità è stato tradito da mucchi di neve di riporto che l’hanno rallentato.

Ci si aspettava una prova di carattere di Dominik Paris dopo la grande gara che ne è valso l’oro in SuperG e puntualmente è arrivata. L’atleta della Val d’Ultimo ha chiuso sesto dopo essere solo al comando dopo il primo intermedio per poi finire fuori linea e perdere tempo prezioso, undicesimo Innerhofer, tredicesimo Marsaglia, diciasettesimo Casse. Ora occhi puntati a domani alle 12.30, meteo permettendo, per la discesa libera femminile.

Are 2019, discesa libera maschile: in prova davanti Mayer

Lasciaci un tuo commento