coppa del mondo di sci Maribor

Maribor, gigante: ex equo Vlhova Shiffrin è giallo sul cronometraggio

Nella Coppa del mondo di sci alpino ieri a Maribor c’è stato un piccolo giallo al termine della prova di Mikaela Shiffrin. A chi ha assistito alla gara in diretta è parso subito chiaro e sui social ha riversato tutti i dubbi del caso.

Il fotogramma scattato sulla finish lane del gigante di Maribor non è chiaro, ma sembra che il cronometro si sia fermato poco più in la della linea rossa che delimita il fine gara. La foto dimostrerebbe come la Shiffrin abbia concluso con almeno tre decimi di vantaggio sulla rivale Petra Vlhova.  La beffa per l’americana è duplice, oltre il possibile errore, il cronometro si è fermato sullo stesso tempo della slovacca, costringendola all’ex equo.

Come riporta la testata Neve Italia, viceversa nel caso in cui non ci fosse stato alcun errore nella rilevazione ma solo un errore della grafica in sovraimpressione la Fis dovrebbe chiarire cosa è successo.

Gigante Maribor, classifica finale

Come riporta il sito della federazione “Mikaela Shiffrin diventa la terza atleta più vincente di sempre nella storia della Coppa del mondo di sci alpino, eppure a fine gara non sorride. La statunitense perde 46 centesimi nei confronti di Petra Vlhova nelle ultime porte della seconda manche del gigante di Maribor e così accanto a lei, sul primo gradino del podio, c’è proprio la Vlhova, incredula per il successo ex-aequo con la leader della classifica generale e di specialità.

L’americana, al contrario del solito, deve aver un po’ mollato convinta di poter gestire il grande vantaggio, ma in ogni caso per lei è arrivato il 55° trionfo che nelle statistiche le permette di raggiungere Vreni Schneider: ora davanti a lei ci sono Lindsey Vonn a quota 82 e Annemarie Moser-Proll a 62. La Vlhova sale invece a quota 8: nonostante un lieve errore, ha continuato a spingere fino alla fine e i suoi sforzi sono stati premiati. Insieme a loro fa festa anche Ragnild Mowinckel, terza a 93 centesimi dopo una bella seconda manche”.

Non bene le italiane, la migliore è Marta Bassino settima, mentre più indietro troviamo Sofia Goggia diciannovesima.

Mondiali Are 2019, ufficializzati gli azzurri in gara, esclusioni eccellenti

Lasciaci un tuo commento