Rugby totale

Rugby totale

Il Dupont francese è di classe mondiale, l’Inghilterra delude più che mai, sarà sempre entusiasmante – i nostri risultati dal primo giorno del Sei Nazioni.

È stato un preludio delle Sei Nazioni che ha fatto desiderare di più alla gente. Tutte e tre le partite sono state in grado di affascinare a modo loro: la Francia con le sue battute e i suoi grandi tentativi, la volontà irrefrenabile della Scozia contro l’avversario presumibilmente schiacciante e infine le montagne russe del rugby di Cardiff. Abbiamo riassunto in tre tesi quelli che riteniamo essere i risultati più importanti della prima giornata di partita.

Antoine Dupont è di classe mondiale e chiaramente il miglior giocatore d’Europa

A 24 anni è già un esperto giocatore della nazionale francese e teoricamente non ha ancora raggiunto l’apice del suo lavoro ovale. Quando Antoine Dupont ha fatto il suo debutto professionale per Castres nella Top 14 nel novembre 2014, esattamente una settimana prima del suo 18 ° compleanno, era già chiaro a molti che questo giovane non era solo un debuttante. Solo poche settimane dopo ha fatto il primo vero discorso quando Dupont, alto 1,73 m, è semplicemente rotolato sul suo avversario Dupuis nella partita contro lo Stade Français.

A soli 18 anni, Dupont ha fatto scalpore in Francia e sei anni dopo è senza dubbio di classe mondiale

Sette anni dopo, Dupont non solo ha un titolo di campionato francese, 28 presenze con la Francia e l’onore di essere un giocatore nel Sei Nazioni 2020, ma ora è il miglior giocatore d’Europa. Sabato a Roma, Dupont ha mostrato tutte le sue capacità ed è stato meritatamente Man of the Match. Comunque, Dupont padroneggia il repertorio standard di un nove di FF. Ma la folla vivace porta molto di più alla squadra. Sintomatico di ciò è stata una sequenza di gioco al 29 ° / 30 ° minuto della partita con l’Italia.

Gli Azzurri erano appena arrivati ​​ai 22 francesi per la prima volta con un abile overkick su Monty Ioane esterno e volevano rendere la partita veloce. Il connettore Paolo Garbisi aveva individuato la maggioranza di 4 a 2 che aveva sulla destra e ha subito tirato fuori la palla. Anche Dupont aveva riconosciuto il pericolo e si era precipitato fuori dalla linea per fermare Trulla dall’Italia. Non solo ci è riuscito, Dupont è riuscito a spingere facilmente i 15 indietro di otto metri dopo il contatto e ha rovinato un probabile tentativo per l’Italia.

READ  Italia, Estonia - 4: 0: Grifa Bress, Bernardeschi e Arsolini

Dupont è balzato subito dopo, mentre l’Italia si è piazzata molto dietro la linea di vantaggio e poi ha effettuato il contrasto successivo. Il promettente attacco azzurro è stato bloccato e solo altre due fasi dopo Dupont ha utilizzato un passaggio doping dell’Italia per calciare il pallone in avanti. La Francia fuori Villière ha raggiunto la palla per prima e chi ha gestito il supporto? Ovviamente Dupont, che ha accettato il suo scarico e ha servito Vincent con uno scarico del secolo, No Look alle sue spalle, per provare.

Anatomia di un esperimento: non solo il fuoriclasse di classe mondiale di Dupont ha portato all’esperimento, ma soprattutto il suo instancabile lavoro in anticipo

L’offload entrerà in ogni raccolta dei momenti salienti del torneo, ma il lavoro costante di Dupont sulla palla e sulla difensiva non ce la farà prima. Tuttavia, questo è esattamente ciò che rende Dupont il grande giocatore che è in giovane età. Le azioni spettacolari per gli highlights, ma anche la sua instancabile etica del lavoro: corre sempre al fianco, è sempre giocabile e incredibilmente forte sulla difensiva per la sua taglia.

Proprio per questo la Francia non può permettersi di perderlo. Mentre Verbinder Romain Ntamack è attualmente ben rappresentato da Mathieu Jalibert e Louis Carbonel spinge per inserti, l’allenatore Galthié non ha sostituti equivalenti per Dupont. Tra due anni la squadra sarà ai Mondiali di casa, poi conterà per la Francia. Dopo tre titoli di secondo posto (1987, 1999, 2011), la generazione d’oro dovrebbe finalmente vincere la Webb Ellis Cup. Dupont diventa una delle chiavi per vincere il primo Campionato del mondo XV de France.

L’Inghilterra è atterrata duramente sul terreno

Vice campione del mondo, campione in carica del Sei Nazioni e più recentemente vincitore della Coppa delle Nazioni d’Autunno. Non per niente l’Inghilterra è entrata in partita contro la Scozia con molta fiducia in se stessa. Ben Youngs aveva avvertito gli scozzesi in anticipo di una “ondata di maglie bianche” che li avrebbe spazzati via. Dopo 80 minuti sul prato sacro di Twickenham, non si sentiva molta arroganza inglese.

L’allenatore campione del mondo 2003, Sir Clive Woodward, ha definito questo gioco, che secondo lui la squadra avrebbe dovuto perdere di 30 punti, “la peggior partita dell’Inghilterra mai vista” – e dovrebbe saperlo, osserva esattamente dagli anni ’70.

READ  "Non abbiamo colto molte opportunità, ma è la strada giusta. Una squadra consapevole e coraggiosa".

L’ex allenatore dell’Inghilterra Sir Clive Woodward non ha deluso la sua ex squadra nella sua colonna di giornale

Non devi necessariamente arrivare a tanto, dopotutto, la nazionale inglese di rugby ha appena festeggiato il suo 150 ° anniversario. Ma almeno per molto tempo una squadra inglese non si è presentata così priva di fantasia e conservatrice come lo era sabato (ha riferito TR). Contro i perdenti scozzesi, l’Inghilterra è stata battuta per oltre 80 minuti e non è andata oltre con le sue tattiche molto pesanti.

Ci sono sicuramente molte ragioni per questo. Anche che gli assi saraceni, che negli ultimi anni hanno costituito la spina dorsale della squadra, non hanno allenamenti dopo la retrocessione. Con il connettore Owen Farrell, questo ha portato a una delle sue partite più deboli per l’Inghilterra. L’ottavo Billy Vunipola era nel frattempo completamente inadatto ea miglia di distanza dalla sua forma migliore negli ultimi anni. Solo il gigante di seconda fila Maro Itoje, anch’egli sotto contratto con il club londinese, si è avvicinato alla sua forma normale.

L’unico professionista saraceno che ha mostrato una forma normale: Maro Itoje

Ma l’allenatore Eddie Jones riceve le critiche maggiori. Il suo piano di gioco è “ultra-conservatore, soppressione del talento” e garantisce che la squadra rimarrà al di sotto del suo potenziale, così il giudizio spietato dell’ex allenatore Sir Clive Woodward. Inoltre, Jones ha dimostrato di essere resistente ai consigli – questo non si applica solo alle questioni tattiche.

L’opinione quasi unanime è che Jones abbia tenuto troppo a lungo i suoi preferiti in rosa. Mentre Farrell e Vunipola sono stati ben al di sotto delle aspettative, pochi chilometri più avanti i professionisti di London Harlequins Marcus Smith e Alex Dombrandt hanno nuovamente brillato. Il connettore e la figura otto sono tra i tanti giocatori di grande talento che Jones ignora deliberatamente, nonostante le richieste sempre crescenti di dare a questi giocatori una possibilità.

La buona notizia da un punto di vista inglese: l’Italia, unico avversario in formazione del torneo, arriverà al Twickenham Stadium il prossimo fine settimana. L’Inghilterra dovrebbe vincere questa partita nella sua forma attuale, che potrebbe anche cullare l’Inghilterra in una sicurezza ingannevole. Ma non più tardi di due settimane dopo il secondo posto contro il Galles a Cardiff, vedrai se il fallimento contro la Scozia è stato un errore o un segno di una squadra retrocessa.

READ  Biathlon - Oberhof - Herrmann fatica con le prestazioni di tiro: Preuss sesto a Oberhof - Sport

Il torneo è più emozionante che mai

L’Italia non è stata di recente in grado di giustificare il motivo per cui fa parte delle Sei Nazioni, ha detto l’esperto della BBC Sam Warburton alla televisione pubblica britannica. Ecco perché, secondo l’ex capitano del Galles e dei Lions, sostiene la promozione e la regolamentazione della retrocessione con il Rugby Europe Championship. A parte gli italiani, però, il torneo è più avvincente che mai. L’Irlanda e l’Inghilterra, entrambe precedentemente considerate favorite del torneo, hanno dovuto subire il loro primo fallimento all’inizio.

Sebbene la Francia sia ora considerata favorita, domenica dovrà gareggiare a Dublino, dove c’è un ostacolo significativo per i Bleus. Tuttavia, l’Inghilterra è tutt’altro che fuori dai giochi – basti pensare all’anno precedente, quando l’Inghilterra ha perso contro la Francia, ma con un fortunato bonus difensivo che è stato loro inutilmente dato dai francesi, alla fine hanno vinto il torneo.

Il vice campione del mondo è ancora lontano dalla gara e un nuovo favorito segreto si è affermato in Scozia. I Bravehearts giocano tre delle quattro partite eccezionali in casa, dovendo solo giocare in trasferta a Parigi. Ma cosa direbbe contro una vittoria in un torneo con quattro vittorie? Sarebbe la prima vittoria in un torneo per gli scozzesi dal 1999, sarebbe la loro. Irlanda e Galles hanno ancora possibilità di titolo.

In poche parole: con l’eccezione dell’Italia, chiunque può vincere questo torneo, ed è questo che lo rende così attraente. Potrebbe non essere lo stesso che davanti a tribune piene con folle che cantano, ma le Sei Nazioni rimangono le Sei Nazioni. Una tradizione che nessuno nell’universo ovale vorrebbe perdere, anche o soprattutto durante una pandemia globale.

Il tavolo dopo la prima giornata: la gara è completamente aperta

rango squadra Giochi assedio Punti differenza
1. Francia 1 1 5 40
2. Galles 1 1 4 ° 5
3. Scozia 1 1 5
4 ° Irlanda 1 1 -5
5. Inghilterra 1 1 -5
6 ° Italia 1 -40

Il secondo giorno di gioco

Appuntamento accoppiamento Stadion Commentatore DAZN
13 febbraio, ore 15:15 Inghilterra – Italia Twickenham, Londra Jan Lüdeke
13 febbraio, 17:45 Scozia – Galles Murrayfield, Edimburgo Jan Lüdeke
14 febbraio, ore 16:00 Irlanda – Francia Landsdowne Road, Dublino Manu Wilhelm


















impiegato

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

MONDOSCINEWS.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Mondo Sci News