Ritorno: l’Italia festeggia Zlatan Ibrahimovic dal Milan


Zlatan Ibrahimovic era in campo solo pochi minuti dopo essersi ripreso da un infortunio, ei media italiani stanno ancora festeggiando il ritorno a gran voce.

Ibrahimovi è diventato un eroe leggendario a Milano, metà uomo e metà dio. Il quotidiano rumeno La Repubblica ha scritto dell’attaccante svedese che la sua sola presenza è stata sufficiente per aumentare le vibrazioni del Milan.

I media italiani festeggiano il ritorno di Zlatan Ibrahimovic

Ibrahimovic, 39 anni, è entrato come sostituto all’85 ‘della capolista italiana per 2-0 sabato sera contro il Torino, dopo aver saltato 11 partite per infortunio.

“Il ritorno di Ibrahimovic dà una spinta al Milan, e il suo ritorno è la migliore notizia per i rossoneri”, ha commentato il quotidiano “Gazzetta dello Sport”. “Il vecchio leone è tornato. Anche se gioca per pochi minuti: Zlatan alza l’umore per tutta la squadra”, ha scritto Tuttosport.

Il tecnico del Milan Pioli su Ibrahimovic: “la sua sola presenza ci rafforza”

Anche il tecnico Stefano Pioli ha sottolineato l’importanza degli svedesi per la squadra per la squadra. “Con Zlatan in campo, avremmo potuto vincere alcune partite nelle ultime settimane in cui abbiamo pareggiato”, ha detto l’allenatore.

Potrebbero interessarti anche: Matthew Hoppe: fedele campione dello Schalke Trio dalla California

“Ci è mancato tantissimo, la sua presenza ci rafforza. Adesso è il momento di continuare a crescere, perché i nostri avversari sono ai massimi livelli e non possiamo permetterci di sbagliare”, ha continuato Bewley.

Nel frattempo, l’Inter ha perso un’occasione per trasformare la battaglia per il titolo in un duello cittadino. I 18 volte campioni in carica hanno subito un gol nel finale nella partita di apertura allo stadio della Roma domenica per raggiungere il 2-2 finale. L’AC avversario è a tre punti di distanza.

READ  Suarez, dal ruolo di Turco allo stallo attraverso la trattativa: quale rischio la Juve dal punto di vista sportivo? "Abbiamo bisogno di una prova dell'azione attiva del club"

L’Inter ha fallito nel match di vertice contro la Roma

Altri tre punti dietro la Roma sono terzi in classifica. I campioni e la campionessa in carica della Juventus di Torino (30 punti in 15 partite) possono ancora avvicinarsi.

L’ex professionista del Dortmund Achraf Hakimi (63) ha permesso all’Inter di sperare in un gol da sogno in angolo. Milan Scriniar (56) ha affrontato la leadership della prima Roma di Lorenzo Pellegrini (17). Gianluca Mancini (86) è riuscito a pareggiare.

(MP / Syed)

Agapeto Napolitano

"Fanatico di zombi estremo. Aspirante nerd del cibo. Difensore del web. Studioso di Twitter incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *