Prima che Biden entrasse in carica: cosa resta di Trump

NR. La politica statunitense non è ancora su una strada più tranquilla. Nei prossimi giorni sarà travagliato tornare di nuovo. Prima di tutto, ci sono due elezioni suppletive per il Senato in Georgia: se i repubblicani ne vincono una, continueranno ad avere la maggioranza alla Camera in futuro, rendendo così la vita difficile a Biden in termini di potere politico. Continuerà con “il governo diviso”.

Un giorno dopo, il 6 gennaio, i risultati delle elezioni presidenziali di ogni stato verranno letti, contati e ufficialmente annunciati al Congresso. In tempi normali, questo è un problema di routine.

Ma i tempi non sono normali fino a pochi giorni prima che Trump lasci la presidenza. Senatori e repubblicani non sono disposti a confermare il risultato perché, come affermano i loro padroni, c’è stata una presunta frode elettorale (non un singolo tribunale che si occupa di questo ha trovato prove per questa affermazione). Non troveranno la maggioranza neanche nella sessione del Congresso. Si spera che non siano ciechi alla realtà.

La tua sottovalutazione traccia un resoconto diverso: vuoi renderti caro a un lealista di Trump – un’indicazione dell’influenza duratura del 45 ° presidente. Anche il rapporto interrotto tra i due fa parte della sua eredità. Il fatto che il veto di Trump sia stato annullato per la prima volta nella sua separazione è solo una nota a piè di pagina.

READ  Donald Trump viene dimesso dall'ospedale, torna alla Casa Bianca e si toglie la maschera

Liberatore Esposito

"Appassionato di birra. Evangelista di zombi. Appassionato di cultura pop impenitente. Scrittore incurabile. Introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *