Perché oggi il mercato azionario era ottimista e perché poteva continuare

Gli scambi hanno iniziato la settimana con un segno più. Quella di oggi è stata una seduta positiva, oltre ai crescenti segnali di chiusura degli indici europei e dell’apertura di Wall Street. Una giornata del genere non era scontata, visti anche gli eventi negativi che hanno accompagnato la chiusura settimanale dei mercati borsistici. Ecco perché oggi c’è ottimismo nel mercato azionario e perché può continuare. Leggi l’analisi degli esperti sulle proiezioni del mercato azionario.

Perché oggi il mercato azionario era ottimista e perché poteva continuare

Oggi in borsa si può parlare dell’effetto Trump. La scorsa settimana, la notizia di un presidente americano positivo da Covid ha allarmato i mercati e ha fatto a pezzi gli scambi. Ma oggi è successo il contrario. Il rapido miglioramento di Trump e il suo rilascio dall’ospedale, anche se per poche ore, hanno rafforzato i mercati.

Dopo due ore di negoziazione a Wall Street, quindi quando i listini in Europa hanno chiuso, gli indici sono saliti bruscamente. L’S & P500 e il Dow Jones sono aumentati dell’1,4% e il Nasdaq dell’1,7%.

È probabile che le borse statunitensi ricomincino ad attaccare i massimi storici dopo settimane di correzione. La corsa, che durerà fino alle elezioni presidenziali del 3 novembre. Poi vedremo perché i mercati azionari tifano Trump più di Biden.

La borsa italiana è pronta a sparare

In Europa le borse tendono a restare legate alla locomotiva americana, e oggi l’azienda sembra avere successo, soprattutto nella nostra zona. Indice Ftse Mib (INDICE: FTSEMIB), ha chiuso all’1,1% a 19.265 punti. Va notato che nelle ultime due ore i prezzi sono aumentati in modo significativo. La corsa, che ha portato il Ftse Mib ai massimi della giornata, ha iniziato a coincidere con l’apertura di Wall Street.

READ  Ricavi del 2021, detrazioni sanitarie in calo: quali costi si possono includere

Da sottolineare che l’indice italiano ha chiuso a 19.265 punti. Esattamente vicino alla resistenza a breve termine che abbiamo sottolineato negli articoli precedenti è uno spartiacque.

Tra le azioni da segnalare c’è Saipem, che oggi guadagna il 4,6%. Efficienza, dovuta anche alla ripresa dei prezzi del greggio. Alla chiusura degli scambi, il contratto future sul WTI è salito del 6,5% a 39 dollari.

Approfondimento

Per apprendere un’analisi e una prospettiva di più giorni sui mercati internazionali del ProiezionidiBorsa Research Bureau, clicca Organizzazione mondiale della sanità.

Written By
More from Rocco Miniati

La Silicon Valley ha scelto Biden (che la farà cambiare)

Un buon modo per cercare di capire come finiranno le elezioni presidenziali...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *