Perché non è conveniente tenere i soldi in un conto corrente?

Tieni il tuo denaro sul conto corrente è in qualche modo sicuro, ma non conveniente. Questo perché i risparmi si deteriorano nel tempo, principalmente a causa diinflazione e con Pagamenti bancari. Ebbene, secondo gli esperti, in 5 anni 1000 euro costeranno solo 180 euro. Pertanto, il denaro in banca viene deprezzato di circa l’80%. Allo stesso tempo, calcolando su cifre più alte, a parità di arco temporale 10.000 euro costano solo 8.181 con un deprezzamento di circa il 20%.

Tutto questo, come già accennato, è dovuto ai costi di mantenimento del conto bancario, alle tasse e alla perdita di potere d’acquisto causata dall’inflazione. A tal proposito si propongono le condizioni per i conti correnti Banca online stanno meglio, ma la situazione resta disastrosa. In poche parole, abbiamo visto perché non è conveniente tenere i soldi in un conto corrente. Ora vediamo cosa è preferibile fare invece.

Cosa fare in alternativa al risparmio di denaro sul conto

Tuttavia, il consiglio di base è quello di utilizzare uno strumento di conto corrente solo per avere liquidità pronta all’uso. Per il resto, puoi prestare attenzione agli investimenti sicuri. Viene rappresentato un tipo di investimento sempre più diffuso raccolta di fondi immobiliare.

Ad esempio, alcune aziende consentono di registrarsi in pochi secondi e prendere in prestito denaro direttamente dalle aziende più innovative che investono nel settore, guadagnando interessi ogni mese. Un altro investimento nella moda è questo criptovaluta. Pertanto, qualsiasi investimento sicuro è consigliabile rispetto a far marcire il denaro nel conto corrente dove viene gradualmente svuotato dalle spese ordinarie. Quindi, riassumendo, alla domanda: “perché non è conveniente tenere i soldi in un conto corrente?”, Rispondiamo come segue.

READ  Digitale Terrestre, un nuovo canale aggiunto all'offerta gratuita

Innanzitutto, forniamo carenze che vengono convertite in cifre specifiche che verranno calcolate negativamente sugli importi che sono nel conto. Questi elementi: 1) una tassa di bollo annuale di 34,20 euro; 2) tassi di interesse zero; 3) il costo medio per mantenere un conto è di 145 euro all’anno; 4) inflazione media annua del 2%. Quindi, ne consegue che è molto più conveniente fare un investimento sicuro o, comunque, utilizzare i soldi in qualcosa di redditizio.

Approfondimento

Chi rimborsa i soldi quando il denaro scompare da un conto corrente?

Rocco Miniati

"Professionista del caffè. Appassionato di social media. Fanatico del web professionista. Appassionato di zombi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *