Opaganib in Italia è in gravi condizioni

Contro cancro, infezioni e virus

Opaganib È un inibitore selettivo della fosfato chinasi 2 (SK2) sviluppato per l’uso in un’ampia varietà di segni neoplastici, infiammatori e gastrointestinali. Inibendo SK2, opaganib inibisce la sintesi della sfingosina-1-fosfato (S1P), una molecola di segnalazione dei lipidi che promuove la crescita del cancro e l’infiammazione patologica. I dati preclinici hanno dimostrato effetti antivirali così come effetti antinfiammatori. Secondo l’azienda, il principio attivo “primo della sua categoria” potrebbe avere la capacità di alleviare malattie polmonari infiammatorie come la polmonite e ridurre il danno polmonare da fibrosi.

Sempre secondo un rapporto di RedHill, SK2 dovrebbe svolgere un ruolo nel complesso di replicazione dei virus positivi a ssRNA incagliati, simile al MERS. Ciò è stato suggerito da precedenti studi clinici. L’inibizione di SK2 può impedire la replicazione del virus. a Studi preclinici in vivo È stato precedentemente dimostrato che opaganib riduce il tasso di mortalità per infezione da virus influenzali e da quelli che li causano Pseudomonas aeruginosa Causa danni ai polmoni.

READ  Il che implica una crescita "esponenziale" delle infezioni

Rocco Miniati

"Professionista del caffè. Appassionato di social media. Fanatico del web professionista. Appassionato di zombi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *