Nuove elezioni in Francia: centinaia di migliaia manifestano in Francia contro i populisti di destra

In Francia Centinaia di migliaia di persone hanno manifestato contro l’ascesa dei populisti di destra. Secondo gli organizzatori, in tutto il Paese sono scese in piazza 640.000 persone. Nella sola capitale, Parigi, 250.000 partecipanti si sono uniti ad una marcia, ha annunciato il sindacato CGT. Su invito di una coalizione di cinque sindacati, partiti e organizzazioni di sinistra sono stati organizzati complessivamente 182 eventi in tutto il paese. Domenica sono previste altre manifestazioni, soprattutto a Lione.

morte Polizia Stradale Numeri più bassi: inizialmente si prevedevano fino a 350mila partecipanti in tutto il Paese. La polizia di Parigi ha stimato in circa 75mila persone il numero dei manifestanti nella capitale.

Un’ampia coalizione di sindacati, partiti e organizzazioni ha invitato alla protesta. Secondo le informazioni ricevute dai dipartimenti di polizia, dovrebbero essere in servizio circa 21.000 agenti di polizia e gendarmi. Secondo la polizia, questo pomeriggio a Parigi sono stati arrestati quattro manifestanti.

Le frasi “La Repubblica è in fiamme” e “L'estrema destra è un pericolo mortale” si leggono sugli striscioni portati dai manifestanti per le strade di Nancy, nel nord-est della Francia. Più di 1.000 persone si sono unite alle proteste, tra cui molti giovani.

I populisti di destra possono persino diventare primi ministri

Il partito di destra Rassemblement National, guidato da Marine Le Pen, è diventato la forza più forte alle elezioni europee di una settimana fa, ottenendo circa il 31,5% dei voti. In risposta, il presidente francese Emmanuel Macron ha sciolto in breve tempo il Parlamento Nuove elezioni Annunciato davanti all'Assemblea nazionale. Queste partite si svolgeranno in due turni il 30 giugno e il 7 luglio.

READ  Trump si lamenta sulla barca di Natale: 'Brucerà all'inferno'

Secondo i sondaggi, il Fronte Nazionale potrebbe ottenere un risultato simile anche alle elezioni parlamentari come alle elezioni europee. Ciò renderebbe il partito la forza più forte in parlamento e forse nominerebbe anche il primo ministro. Venerdì sera diverse migliaia di persone hanno protestato in diverse città, tra cui Montpellier e Lione, contro lo spostamento a destra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto