Nikon Z6 III, Pentax 17, Panasonic S9

Non importa quale produttore guardi, sembra che tutti i nuovi prodotti abbiano ricevuto molti più preordini di quanto previsto in precedenza.

Le aspettative vengono costantemente superate

“Michael, quante persone pensi che preordineranno la nostra nuova macchina fotografica?”
“Hmm, non lo so esattamente. Forse due?”
“Lo pensi davvero?”
“Hai ragione, è meglio non aspettarsi alcun preordine, così potremo dire al nostro capo che le aspettative sono state nuovamente superate!”

Qualcosa del genere potrebbe essere successo di recente con alcuni produttori di fotocamere. Siamo onesti, ricordi un solo nuovo prodotto negli ultimi mesi e anni in cui il numero di preordini è aumentato NO Ha superato le aspettative dei produttori? Almeno sembra che dopo ogni presentazione di un nuovo prodotto venga pubblicato un avviso, dove a causa delle elevate richieste si possono prevedere tempi di attesa più lunghi. Il tutto ora sembra uno strumento di marketing: se il numero di preordini non supera le aspettative del produttore, probabilmente la fotocamera non è buona.

Tempi di attesa per Z6 III, 17, S9 e RF 35mm

Basta con il preambolo e passiamo alle novità vere e proprie: per tutti i nuovi prodotti introdotti di recente, i produttori hanno indicato che potrebbe esserci un ritardo nella consegna a causa della domanda inaspettatamente elevata. Ciò riguarda, tra gli altri, la Nikon Z6 III, Pentax 17, Panasonic S9 e Canon RF 35mm f/1.4L.

Questo però non significa che ho dubbi sul fatto che questi nuovi prodotti si venderanno davvero bene. Al contrario, questo lo posso già immaginare con le quattro novità citate. Tuttavia, queste comunicazioni dei produttori hanno recentemente perso gran parte della loro credibilità.

READ  Qena - Il ponte delle anime: la foresta dimenticata

Hai acquistato di recente un nuovo prodotto e/o hai recentemente riscontrato problemi con tempi di consegna lunghi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto