snowboard a porte chiuse

Coronavirus, snowboard sulle piste chiuse in Alto Adige

Indossare la tavola e scendere su una pista immacolata con uno sparuto gruppo di amici è il sogno segreto di qualsiasi sciatore ed è ciò che hanno fatto ignoti sportivi a Corvara, in provincia di Bolzano, nonostante il divieto di apertura degli impianti imposto dalle misure di prevenzione per la pandemia di Coronavirus.

Snowboard in quarantena e a piste chiuse a Corvara

Da giorni i divieti di apertura coinvolgono tutti gli impianti sciistici italiani e anche quello di Corvara, che infatti ha ospitato il gruppo all’insaputa dei gestori quando tutti i servizi e gli sportelli erano chiusi. La notizia è stata riportata dal quotidiano Alto Adige che fa riferimento alla segnalazione video di alcuni testimoni, forse i tecnici che controllano le webcam oppure cittadini indignati dal comportamento degli snowboarder.

Snowboard sulle piste chiuse durante la quarantena, la segnalazione dei “cittadini poliziotto”

L’accaduto viola le misure per il contenimento dell’emergenza da Covid19. Un comportamento chiaramente irresponsabile e criticabile da chi invece rispetta le regole e dalle persone che hanno stravolto le proprie vite per farlo. Nonostante tanta solidarietà, questa sorta di mancanza di rispetto sta scatenando in queste settimane in ogni cittadino a livelli più o meno alti la “sindrome da poliziotto“, che induce a indignarsi fino a segnalare all’autorità ogni comportamento scorretto, dai ragazzini che giocano a calcetto agli impavidi avventurieri delle piste di Corvara.

Lasciaci un tuo commento