Nessuna data per il ritorno della navicella Boeing: gli astronauti della NASA sono bloccati sulla Stazione Spaziale Internazionale?

  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Insiste

La navicella spaziale Boeing Starliner si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale il 6 giugno 2024. (Foto d'archivio) © NASA

Invece di giorni, ora sono settimane: l'equipaggio dello Starliner resterà sulla Stazione Spaziale Internazionale più a lungo. Il motivo sono problemi tecnici.

WASHINGTON, D.C. — La nuova navicella spaziale Starliner della Boeing è all'altezza della sua reputazione e sta causando ancora una volta ritardi. Dopo problemi durante il processo di costruzione e ritardi prima del lancio, lo Starliner è questa volta nello spazio. Dal 6 giugno è stata localizzata la navicella spaziale, che sarà certificata per le future missioni dell'equipaggio Stazione Spaziale Internazionale ISS È attraccato e, secondo la NASA, sta facendo una buona impressione lì.

“Starliner funziona bene in orbita durante l'attracco con la stazione spaziale”, ha affermato in una nota l'amministratore della NASA Steve Stich. Ma il problema risiede in diverse perdite di elio scoperte a bordo della navicella spaziale. Starliner ha iniziato con una piccola fuga di notizie, ma ora il numero è raddoppiato. Un altro problema riguarda le piccole spinte della navicella. Durante le manovre di avvicinamento alla Stazione Spaziale Internazionale, cinque di loro fallirono, un punto che necessita di indagine.

NASA: La navicella spaziale Boeing Starliner dovrà rimanere nello spazio più a lungo

Il piano originale prevedeva che l'equipaggio dello “Starliner”, composto da Sonny Williams e Butch Wilmore, rimanesse nello spazio solo per pochi giorni. Tuttavia, la NASA ha rinviato la data di ritorno al 18 e 26 giugno. Al momento non c'è una data precisa e il ritorno è previsto per luglio. Fino ad allora occorre indagare sui problemi del sistema di propulsione e sulle perdite di elio. “Ci stiamo prendendo il nostro tempo e seguendo le procedure standard del nostro team di gestione della missione”, ha affermato Stitch.

READ  Nuovo aggiornamento TERA con rovine ombra e dungeon di Rukmia - chi osa?

“Stiamo incorporando i dati nel nostro processo decisionale su come affrontare le piccole perdite nel sistema di elio e sulle prestazioni del motore che abbiamo osservato durante il rendezvous e l'attracco”, ha aggiunto il dirigente della NASA.

La NASA non vede alcuna fretta di tornare rapidamente sulla Terra con il veicolo Starliner.

Cosa significa questo per l'astronauta che è volato sulla Stazione Spaziale Internazionale a bordo di una navicella spaziale? Williams e Wilmore fanno attualmente parte dell'equipaggio dell'Expedition 71 e lavorano a bordo della stazione spaziale. Stanno inoltre conducendo test che aiuteranno a certificare lo Starliner per i futuri voli con equipaggio. “Il feedback dell'equipaggio è stato molto positivo e sanno che tutto ciò che apprendiamo durante i test di volo dell'equipaggio migliorerà e perfezionerà la nostra esperienza per i futuri equipaggi”, conferma Mark Nappi, vicepresidente e responsabile del programma, Boeing Starliner.

Secondo la NASA, al momento non c'è fretta perché l'equipaggio dello Starliner lasci l'ISS e ritorni sulla Terra: ci sono abbastanza rifornimenti a bordo della stazione spaziale e il programma dell'ISS prevede spazio sufficiente per altri due astronauti fino a metà agosto. La navicella spaziale, che è nello spazio con un equipaggio per la prima volta, può rimanere attraccata alla Stazione Spaziale Internazionale per un massimo di 45 giorni durante questo volo di prova. Successivamente lo Starliner trasporterà gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale per sei mesi.

La navicella spaziale Boeing Starliner è attraccata al modulo Harmony sulla Stazione Spaziale Internazionale.  Sullo sfondo si vede il Mar Mediterraneo.
La navicella spaziale Boeing Starliner è attraccata al modulo Harmony sulla Stazione Spaziale Internazionale. Sullo sfondo si vede il Mar Mediterraneo. ©NASA

“Starliner” della Boeing: due astronauti sono rimasti “bloccati” sulla Stazione Spaziale Internazionale?

Anche se può sembrare così: l'equipaggio dello Starliner non è “bloccato” sulla Stazione Spaziale Internazionale. Almeno questo è ciò che conferma la NASA. In situazioni di emergenza, la navicella può essere utilizzata in qualsiasi momento per tornare dalla stazione spaziale alla Terra. Il ritardo del ritorno sulla Terra è stato dovuto alla perdita di elio e ai problemi di propulsione causati dal modulo di servizio della navicella Starliner. Questa unità brucerà nell'atmosfera terrestre al suo ritorno sulla Terra.

READ  Goodbye Farmville: Zynga chiuderà il gioco il 31 dicembre 2020

Ciò significa che una volta che l’equipaggio di prova tornerà sulla Terra, Boeing e la NASA non avranno l’opportunità di indagare ulteriormente sull’errore e prendere accordi per le missioni future. Quindi vogliono raccogliere quanti più dati possibile nello spazio prima che il modulo di servizio bruci durante il ritorno sulla Terra. (fattura non pagata)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto