Monete fino a 40mila euro: ecco cosa sono!

Le vecchie lire che amiamo tanto non sono solo sentimentali, in alcuni casi possono costare una piccola fortuna.

DALLA NOSTRA RETE:



Chi di noi non ha conservato alcune vecchie monete di lira? Un po ‘per amore della nostra vecchia moneta preferita, ma anche un po’ nella speranza che nel tempo le monete risparmiate possano aumentare per i collezionisti. La lira è stata la moneta ufficiale dell’Italia dal 1861 al 28 febbraio 2002, anno in cui l’euro è finalmente entrato in vigore.

La vecchia lira vale una fortuna

Anche se non possiamo più usare la vecchia lira per lo shopping, è utile sapere che alcune di queste monete sono diventate molto popolari tra i collezionisti e potrebbero costare una piccola fortuna. Vediamo quali sono i più costosi. Riteniamo che per avere valore per i collezionisti, le monete in questione debbano soddisfare questi due requisiti:
-essere raro
– mantenerli in buone condizioni, altrimenti il ​​loro valore diminuirà notevolmente.

Cominciamo con una moneta da 1 lira, una moneta con un ramo arancione da un lato e una testa decorata con orecchie, dall’altro: una moneta da 194 lire del 1947 arriva a 1.500 euro.
Un’altra moneta del 1947, ma questa volta una moneta da 2 lire con un colosso: quella che è sopravvissuta può costare fino a 1.800 euro.

Una moneta da 5 lire con un grappolo d’uva (la prima di queste denominazioni) del 1946 può costare fino a 1.200 euro: in questo caso si tratta di una moneta made in Italma, una delle tante leghe utilizzate dalla Zecca di Stato.

READ  I centri commerciali chiudono nei fine settimana, questa è una regola di caos: nella capitale rimangono aperti La Rhinos e Ikea, chiusi nel centro commerciale Porta di Roma

Un’altra moneta da 5 lire, che può costare una piccola fortuna, è una moneta con un delfino: se è datata 1955 e perfettamente conservata, costa fino a 2.000 euro (di questa moneta vengono coniate solo 400.000 copie, e per questo sono rare). Passiamo alla moneta da 10 lire che molti ricorderanno, questa è una moneta da 10 lire con un ramoscello d’ulivo. Con buona conservazione e dal 1947 il loro valore raggiunge i 4.000 euro.

Quanto alla moneta da 50 lire con il dio Vulcano, che ci ha accompagnato fino al 2002, anno in cui si ha una copia del 1956 in buone condizioni, il valore raggiunge i 2.000 euro. La stessa moneta, ma dal 1958 il prezzo anche in questo caso può raggiungere i 2000 euro. Tuttavia il valore minore della moneta è di 100 lire: coniata nel 1955 in perfette condizioni raggiunge i 1.000 euro.

Written By
More from Rocco Miniati

Una torta al cioccolato speciale che saprà davvero conquistare tutti i vostri ospiti

Se ami il cioccolato, ma hai mangiato le ricette più comuni e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *