L’URAGANO-DELTA SI FA SEMPRE PIÙ PERICOLOSO E DOPO LO YUKATAN MINACCIA LUSIAN. Ecco la TRACCIA »ILMETEO.it

Meteo: HURRICANE DELTA sta diventando sempre più pericoloso, e dopo lo Yucatan ora minaccia LUZIANA. Ecco la traiettoria

L’uragano DELTA sta diventando sempre più pericoloso. Adesso minaccia la LouisianaIlURAGANODelta“provoca davvero molta paura in stati Uniti. Negli ultimi giorni si è rapidamente rafforzata, passando attraverso le calde acque caraibiche per diventare un vero ciclone pericoloso.

Nel giorno Mercoledì 7 ottobre un enorme sistema di depressione rendeva la terra simile
categoria 4 y Penisola dello Yucatan, in Messico, in giro 12:30 (Ora italiana) con una ventina in media circa 180 km / h e raffiche ancora più alte. Non solo, le piogge sono cadute con forte violenza e insieme al vento molto forte hanno causato notevoli disagi a causa di improvvise alluvioni e forti temporali sulla costa.

TRAIETTORIA – “Delta” dopo l’impatto sullo Yucatan è stato ridotto alla categoria 2 e ora continua a correre da nord a nord ad una velocità di circa 25 chilometri all’ora. Ma fa attenzione, durante il suo viaggio, attraversando acque calde
Golfo del Messico, può crescere e ridiventare Tipo principale di uragano (quindi può ancora distruggere). La traiettoria del mostro è di grande preoccupazione, in quanto potrebbe presto minacciare lo stato LOUISIANA. In effetti, secondo National Hurricane Centerl’uragano dovrebbe colpire ferocemente la mattina presto Venerdì 9 ottobre con venti più forti 200 km / h e la costa ha paura delle vere catastrofi.

Tuttavia, ripetiamo che il percorso è ancora abbastanza incerto, e solo con successivi aggiornamenti sarà possibile ottenere informazioni più accurate sull’evoluzione.

La traiettoria delta prevista dalla NOAALa traiettoria delta prevista dalla NOAA

Written By
More from Rocco Miniati

Da una pandemia di salute a una psicologica. E nessuno fa niente e viceversa

Powerofflowers tramite Getty Images I negazionisti non sono quelli che negano l’esistenza...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *