L’UNESCO non inserisce Venezia nella lista dei Patrimoni dell’Umanità in pericolo

L’UNESCO, l’organizzazione culturale delle Nazioni Unite, ha deciso di proteggere Venezia e il suo lago – contrariamente a quanto previsto – Non essere incluso nella Lista del Patrimonio Mondiale in Pericolo. Lo ha deciso giovedì il comitato responsabile dell’UNESCO, nel corso della sua riunione in corso a Riyadh, in Arabia Saudita.

La commissione ha comunque ribadito la sua posizione Preoccupazioni per la corretta conservazione della città del nord Italia, riconosciuta Patrimonio dell’Umanità nel 1987. Sono necessari ulteriori progressi nell’affrontare le minacce poste dal turismo di massa e dal cambiamento climatico.

Il ministro italiano della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha illustrato in un comunicato la decisione dell’UNESCO “Una grande vittoria dell’Italia e del buon senso”. Venezia ha adottato misure coraggiose per controllare il turismo e garantire la protezione del patrimonio culturale mondiale. Martedì il consiglio comunale ha deciso di imporre una tassa di cinque euro ai turisti che si fermano solo poche ore e non pernottano.

L’opposizione critica le tariffe

L’opposizione aveva delle tasse È stata criticata come una concessione affrettata all’UNESCO. Ha sottolineato che la città non ha indagato su come le tariffe dissuadono i turisti dal visitare. A Venezia si discute da anni su come comportarsi con milioni di visitatori. I piani per i pedaggi sono stati più volte rinviati a causa delle preoccupazioni per il settore del turismo.

READ  Donald Trump critica la frode elettorale e piange l'emittente radiofonica di destra

A fine luglio l’UNESCO lo ha raccomandato Classificare la città come patrimonio culturale mondiale a rischio di estinzione. La città balneare italiana corre il rischio di danni “irreversibili” se le autorità italiane non fanno di più per proteggerla. Nel 2021, Venezia aveva già evitato per un soffio l’inclusione nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO in pericolo, grazie a una modifica delle regole per le navi da crociera, le cui grandi onde stavano erodendo le fondamenta della città.

L’UNESCO muore Venezia e le sue lagune sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità nel 1987. Fondata nel V secolo, questa città insulare è una delle città più visitate al mondo, ricca di tesori architettonici e opere d’arte. Nelle ore di punta vi soggiornano 100.000 turisti a notte, oltre a decine di migliaia di visitatori giornalieri. (DPA, AFP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto