lui aveva 94 anni. Covid- Corriere.it l’ha segnato

Valli Giscard d’Estaing, il più giovane presidente della Quinta Repubblica quando fu eletto (nel 1974, all’età di 48 anni), il primo capo dello Stato francese non gauleista, grande europeista, è morto ieri sera all’ospedale di Tours, in all’età di 94 anni, in seguito alle conseguenze di Kovid, riferirono i membri della sua famiglia Agenzia media francese. È stato ricoverato in ospedale circa due settimane fa per insufficienza cardiaca dopo un altro ricovero all’ospedale Georges Pompidou di Parigi a settembre. L’ultimo discorso pubblico è stato nel settembre 2019 ai funerali di un altro presidente Jacques Chirac. Giscard ha trascorso settimane in prigione nel suo castello di Auton, nella Loira, con la moglie di 87 anni Anne-Aymone, che si è sposata lì 68 anni fa. È entrato a far parte di Giskar nel maggio dello scorso anno accuse di molestie un giornalista tedesco che lo ha intervistato nel 2018. Il suo capo di gabinetto Olivier Revol ha detto in questa occasione che il presidente non ricorda l’incontro.

Giscard è nato nel 1926 a Coblenza, in Germania, figlio del CFO dell’amministrazione francese, che allora occupava la Renania. Dopo la guerra, insieme al cancelliere tedesco e amico intimo Helmut Schimd, fu protagonista della costruzione europea. A casa era presidente, modernizzando e riformando: votando a 18 anni, legalizzando l’aborto, riconoscendo il divorzio per consenso. Sconfitto da Francois Mitterrand nel 1981, Giscard si rammarica di aver rassegnato le dimissioni senza tornare agli Champs Elysees, ma si dedica all’Europa: ha redatto una Costituzione che i francesi hanno respinto in un referendum del 2005, la prima grande crisi del processo di integrazione. .

READ  Esplosione a Nashville, probabile suicidio - Corriere.it

Non arrenderti da quell’episodio e nemmeno dalla Brexit: è lui che, pensando agli inglesi, ha scritto l’essenza dell’articolo 50 all’uscita dallo Stato membro. Nel suo saggio del 2014 “Europa”, Giscard ha già disegnato una mappa del futuro in cui la Gran Bretagna era dipinta di bianco, al di fuori dell’Unione. Dopo il referendum britannico, in un’intervista con Corriere ha detto che non condivideva tutta questa eccitazione. Cos’è l’Unione Europea? L’euro e la libera circolazione delle persone, l’accordo di Schengen, che gli inglesi non hanno ratificato. La Gran Bretagna non è andata lontano, perché le cose più necessarie erano già lì. Ha poi raccontato come pensava l’articolo 50: Quando stavo redigendo la Costituzione europea, ho scritto il testo di un articolo intitolato “Uscita volontaria di uno Stato membro” e ha risposto alla paura anglosassone prima di tutto che entrando in Europa non si potrebbe uscire. Considero normale che qualsiasi associazione umana possa andarsene. Ora che Londra sta lasciando l’UE, non sono impressionato. Rinunciano a ciò di cui erano solo la metà.

Presidente per un mandato, Giscard era spesso considerato in anticipo sui tempi e il predecessore di Emanuel Macron.


2 dicembre 2020 (modifica il 3 dicembre 2020 | 00:49)

© LA RIPRODUZIONE È VIETATA

Agapeto Napolitano

"Fanatico di zombi estremo. Aspirante nerd del cibo. Difensore del web. Studioso di Twitter incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *