La Volkswagen potrebbe vendere Lamborghini, Bugatti e Ducati

Il futuro Lamborghini, Bugatti e Ducati attualmente non al sicuro nel gruppo Volkswagen. In effetti, il produttore tedesco sta valutando cosa fare con i suoi tre marchi in futuro mentre ci spostiamo verso la mobilità elettrica. Secondo alcune indiscrezioni, al momento tutto è possibile.

Volkswagen: futuro incerto per Lamborghini, Bugatti e Ducati

Gruppo Volkswagen aperto a valutare le varie varianti Lamborghini, Bugatti e Ducati. Si tratta della possibile ristrutturazione di 3 marchi, ma anche di partnership o collaborazioni con aziende tecnologiche. Infine, non si può escludere la possibilità di vendere tre marchi.

A novembre Volkswagen rivelerà la sua strategia per il futuro. Lo scopo del gruppo automobilistico Wolfsburg questo raddoppierà il suo valore portando a 200 miliardi di euro.

Secondo Reuters, alcuni leader del gruppo tedesco hanno confermato che al momento la casa automobilistica sta valutando se spendere soldi per l’elettrificazione della gamma di questi marchi di nicchia. Il collegamento va, in particolare, a Lamborghini e Bugatti.

Nel 2019 è stata venduta la Lamborghini 4554 veicoli mentre Bugatti ha venduto 82 auto. Nello stesso periodo sono state vendute 52.000 ducati. Questi numeri fanno pensare ad alcuni addetti ai lavori che non ne valga la pena Volkswagen investire nell’elettrificazione di gamme rilevanti.

Il primo numero del gruppo tedesco, l’amministratore delegato Herbet muore al momento non ha voluto commentare le recenti indiscrezioni sulla sorte di questi marchi.

Tuttavia, l’ipotesi di vendita continua ad essere considerata da molti probabile. Basti pensare alle indiscrezioni trapelate in questi giorni Bugatti può essere venduto Volkswagen ai croati da Rymak.

Written By
More from Rocco Miniati

Coronavirus, ecco i consigli di scienziati diversi dall’ultima versione di Dpcm

Ci sarà abbastanza azione del governo per combattere la pandemia di coronavirus?...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *