Israele: Netanyahu ritiene “inaccettabile” la cessazione dei combattimenti, secondo un funzionario governativo

Parti del governo israeliano hanno reagito con rabbia all'annuncio dell'esercito che avrebbe effettuato pause tattiche giornaliere per fornire aiuti nel sud della Striscia di Gaza. “Quando al mattino il primo ministro ha sentito la notizia di uno stallo umanitario di 11 ore, ha chiamato il suo segretario militare e ha chiarito che per lui era inaccettabile”, ha detto un funzionario governativo. Benjamin Netanyahu.

Anche il ministro di estrema destra responsabile della Sicurezza nazionale, Itamar Ben Gvir, si è espresso contro le interruzioni tattiche. Ha detto che chi ha deciso una cosa del genere era un “idiota” e avrebbe dovuto perdere il lavoro.

L'esercito vuole continuare a combattere a Rafah

L'esercito ha spiegato che l'operazione principale a Rafah continuerà senza sosta. Secondo l’annuncio, l’interruzione consentirà la consegna di maggiori aiuti umanitari al settore costiero. L'esercito ha annunciato che fino a nuovo avviso non ci saranno attività militari tutti i giorni dalle 8:00 alle 19:00 lungo il tratto dal valico di frontiera di Kerem Shalom a Salah al-Din Street e a nord. Le organizzazioni umanitarie internazionali avvertono da tempo che la già scarsa situazione di approvvigionamento per gli abitanti del sud peggiorerà Striscia di Gaza Ulteriore aggravamento.

Nella guerra che dura da più di otto mesi, sono emersi più volte disaccordi tra i membri del governo e l'esercito. Circa una settimana fa, l’ex generale Benny Gantz lasciò il governo e accusò Netanyahu di non avere una strategia efficace. Inoltre, è trattenuto Israele Si è discusso di tenere un incontro di ebrei ultraortodossi. Mentre ampi settori della popolazione chiedono la fine delle relative norme eccezionali, i partiti profondamente religiosi della coalizione di governo la respingono.

READ  Iraq: gli archeologi trovano una statua di 2.700 anni nel nord dell'Iraq

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto