iOS 18 e Co.: il più grande aggiornamento di iMessage da molto tempo

L'app di messaggistica interna di Apple sta affrontando una mini-rivoluzione con iOS 18, iPadOS 18 e macOS 15 Sequoia: il produttore aggiungerà tutta una serie di funzioni che gli utenti desideravano da anni perché da tempo disponibili nelle app concorrenti. Chiunque gestisca gran parte delle proprie comunicazioni tramite iMessage può esserne felice

annuncio

Ecco come Apple ha aggiornato la sua funzione Tapback. La capacità attualmente limitata di rispondere ai singoli messaggi verrà notevolmente ampliata. Invece di poter rispondere solo con cuori, pollici in su/pollici in su, risate, punti esclamativi e punti interrogativi, ora è disponibile l'intero catalogo di emoji, come è noto da tempo WhatsApp o Signal. Apple ha anche ridisegnato e ricolorato visivamente l'originale Clicks. Gli utenti senza i nuovi sistemi operativi verranno avvisati tramite SMS che hanno risposto con una specifica emoji.

Anche la funzione “Invia più tardi” è nuova e tanto attesa. Ciò consente di inviare il messaggio a un orario preprogrammato (finché il dispositivo è attivo). Nella beta attuale, la funzione è ancora un po' nascosta e può essere trovata tramite il menu Messaggi Plus sotto “Altro”. I messaggi pronti si trovano poi nella chat e, se necessario, possono anche essere modificati lì.

Un'altra innovazione così semplice che ti chiedi perché ci sia voluto così tanto tempo: per la prima volta Apple offre la codifica dei messaggi di iMessage in stile rich text. Ci sono sottolineato, grassetto e corsivo. Ora è possibile animare singole aree di testo o parti di frasi con diversi effetti come “Boom”, “Esplosione”, “Grande” o “Piccolo”, nonché effetti ondulati e vibrazioni. Finora questo era possibile solo a livello di schermo.

READ  Lo sfortunato ragazzo di Mario Kart 8 Deluxe non riesce però a uscire dal cannone gigante, quindi deve solo sbrigarsi

Con i nuovi sistemi operativi sarà ancora possibile per la prima volta comunicare nell'applicazione di messaggistica utilizzando il protocollo RCS. A partire dall'iPhone 14, Apple consente anche l'invio di SMS e iMessage via satellite quando non c'è ricezione cellulare. Questa funzionalità è ancora gratuita, ma diventerà un servizio in abbonamento nel prossimo futuro. iOS 18, iPadOS 18 e macOS 15 dovrebbero essere rilasciati in autunno. Apple non ha ancora cambiato nulla riguardo al controverso menu di navigazione nell'app Messaggi su iPhone nella beta per sviluppatori.




(Laurea triennale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto