Inter, allarme di Marotta: “Il calcio rischia il default” notizia

“La situazione con il calcio italiano è stata devastante. Corriamo il rischio di default. Il governo dovrebbe considerarci di più non in termini di contributi in denaro e finanziamenti, ma semplicemente per darci una possibilità di respirare ”. Beppe Marotta, intervista durante Glocal 2020: “Il grosso problema del calcio oggi è che il costo del lavoro è sproporzionato rispetto al giro d’affari che si è fatto e che si è fatto, – ha proseguito, – il mezzo, ovviamente, non chiede soldi allo stadio, è impensabile. Ma siamo uno dei maggiori contribuenti, paghiamo circa 1,2 miliardi di entrate fiscali all’anno. Vorremmo avere un differimento della tassazione, vogliamo essere considerati uno dei maggiori contribuenti come noi “.

L’amministratore delegato dell’Inter (che è una delle poche società che non ha tagliato gli stipendi dei giocatori e dello staff tecnico) è una vera preoccupazione e sottolinea la necessità di trovare soluzioni immediate per superare la crisi causata dal Infezione da covid da coronavirus: “Questo virus aveva esposizione violenta, principalmente per la salute, creando uno stato di ansia in ogni squadra. Ci siamo trovati di fronte a un senso di paura affrontando questo argomento con “ignoranza”, nel senso che non sapevamo cosa stavamo affrontando. All’interno del club, la priorità era quella di fornire personale e giocatori, l’adozione di un protocollo che desse garanzie “.

Parlando di come il virus ha cambiato il calcio, Morota ha voluto ribadire la sua posizione sulle partite Cittadini: “Non sono contro i cittadini, ma sarà richiesto un altro utilizzo. La sfida è valutare questa situazione in una stagione anomala e in un calendario molto serrato. Quando si parla di mondiali ed europei non si può dire nulla, ma se ci sono tornei che non hanno niente a che fare anche dal punto di vista dello spettacolo, dovremmo cercare di limitare le convocazioni “.

READ  Vaccini, notizie sull'efficienza aumentano del 50% le prenotazioni dei biglietti Airjet

“Il dialogo tra nazionali e club non è mai esistito e fino ad ora non esiste Marot ha aggiunto. – Vorrei che fosse rafforzato per aiutare anche i giocatori: se ci sono amichevoli che non contano molto, i giocatori devono essere misurati. E durante questa pausa abbiamo dovuto anche gestire una brutta figura come l’Italia, con qualche L’isola che non forniva alle federazioni la disponibilità dei giocatori. È stato l’unico Paese in cui è successo, a dimostrazione di come esistano già problemi nei guai “.

Per “problemi tamponi– Marota offre una soluzione un laboratorio unico: “Oggi siamo in fase di condizionamento, da un tampone all’altro si può trovare un gruppo di giocatori disponibili o meno. La grande difficoltà degli allenatori è gestire la programmazione delle partite e quella degli allenamenti. Dal punto di vista sportivo siamo in grande difficoltà Penso che tutta la Serie A dovrebbe essere centralizzata per non creare situazioni diverse tra le squadre ”

Morota, infine, ha condannato la crisi del calcio, citando anche cifre: “Si stima che la Serie A produca 4 miliardi di euro, e in un anno normale il deficit era di circa 700 milioni. Nel 2020, ci stiamo muovendo verso un deficit del 50%. Uno dei problemi maggiori è quello costo del lavoro è sproporzionato rispetto al fatturato. Oltre a questo, con stadi al coperto mancanza di entrate al botteghino, secondo le indiscrezioni, l’Inter ha rappresentato circa 50 milioni reddito commerciale a seguito del cosiddetto “match day”, tra merchandising e altre entrate varie. Gli sponsor hanno iniziato a tagliare gli investimenti pubblicitari, portando a tagli e contenziosi con aziende che rappresentano circa il 20% del fatturato “.

READ  flyer sneakers e prezzo - Corriere.it


Guarda anche
Lega
Legge antitrust: nove società di Serie A non rispettano il diritto dei consumatori a biglietti e abbonamenti

Written By
More from Rocco Miniati

NASI Osiris-Rex, raccogliendo campioni di asteroidi, è arrivato, trasmesso questa sera

La missione è raccogliere campioni e studiare l’asteroide Bennu, Osiris-Rex s NASA,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *