In che modo i coloni estremisti in Cisgiordania vogliono creare fatti?

Al: 28 giugno 2024 alle 10:44

Annettere la Cisgiordania è il sogno di molti coloni estremisti in Israele. Se si deve credere al ministro delle Finanze Smotrich, ciò sta già accadendo, poiché i poteri vengono trasferiti dall’esercito all’amministrazione civile.

La guerra nella Striscia di Gaza ispira i sogni dei coloni israeliani estremisti: si parla sempre di ripopolare Gaza, tanto che il primo ministro Benjamin Netanyahu recentemente si è sentito obbligato a dire in un’intervista alla TV Channel 14 che ciò è attualmente “irrealistico”. .

Alcuni hanno già iniziato a immaginare un insediamento israeliano nel sud del Libano, il che sembra lontano dalla realtà. Ma nella Cisgiordania occupata da Israele abbiamo già fatto un grande passo avanti.

L'area era precedentemente sotto l'amministrazione dell'esercito israeliano, ma dal 29 maggio di quest'anno molte responsabilità sono state trasferite all'amministrazione civile israeliana.

Bezalel Smotrich, egli stesso rappresentante dei coloni estremisti e ministro delle finanze israeliano, ne è chiaramente orgoglioso. Ciò è dimostrato dalla registrazione di un discorso tenuto il 9 giugno ad una conferenza di coloni, ora divenuta pubblica: “Abbiamo creato un sistema civile separato. C'è un ufficio nel Ministero della Difesa e un'amministrazione”. Esiste un'organizzazione amministrativa accettabile come parte del governo. “C’è un intero sistema all’interno dell’amministrazione”.

I funzionari ora fanno rapporto a Smotrich

I funzionari ora sono ancora al Ministero della Difesa israeliano, ma non sono più subordinati al comando militare, ma a Smotrich. Nel suo discorso ha anche spiegato il motivo per cui ciò è accaduto: “Vi dico che è molto drammatico: abbiamo un sistema civile separato. All'inizio volevamo separare l'amministrazione civile dal Ministero della Difesa. Ma è più facile così . Il contesto internazionale e legale non dirà che ci stiamo annettendo qui.”

READ  Kovid, Germania, continua la sua semi-chiusura fino al 20 dicembre. Incontra fino a 10 persone a Natale. Merkel: "L'UE vieta lo sci fino al 10 gennaio".

Yehuda Shaul, uno dei più eminenti critici israeliani dell'occupazione, racconta… Studio ARD Tel AvivCosa significa: “Il trasferimento del potere ha ampliato i poteri dell’amministrazione civile israeliana oltre la Linea Verde nei territori occupati per molte cose, come la terra, la pianificazione, l’applicazione della legge sulla pianificazione e l’edilizia, le demolizioni di case, i permessi di costruzione e molte altre cose.”

Espansione degli insediamenti Potrebbe peggiorare ancora

Da quando il governo israeliano guidato da Netanyahu ha preso il potere con partner di coalizione di estrema destra e ultrareligiosi, l’espansione degli insediamenti è stata spinta avanti in modo drammatico in gran parte della Cisgiordania. Altre vaste aree furono dichiarate cosiddette terre statali e molte case palestinesi furono distrutte.

Shaul afferma che questa tendenza potrebbe ora essere nuovamente esacerbata: “Secondo il diritto internazionale, l’occupazione deve essere temporanea – militarmente e a beneficio della popolazione nei territori occupati”. Ma il governo israeliano ha ora trasferito molti poteri relativi agli affari civili in Cisgiordania dall’esercito al governo civile. “Questo è importante anche dal punto di vista strutturale. Perché i civili israeliani lo stanno facendo adesso.” Invece dell’esercito che funge da barriera, ora ci sono civili che servono solo gli interessi israeliani e non tengono conto degli interessi palestinesi – “al contrario”.

Annessione come obiettivo

Se si crede a Smotrich, ministro delle finanze israeliano responsabile anche della costruzione degli insediamenti, Netanyahu sostiene questa strada. Più recentemente, si è ripetutamente vantato di aver impedito per decenni la creazione di uno Stato palestinese.

“È possibile convincere il primo ministro, e dirò qualcosa di buono su di lui, dei suoi meriti”, ha detto Smotrich il 9 giugno. “Una volta compreso l’evento, era pienamente con noi”.

READ  Almeno 700 israeliani sono stati uccisi in un attacco di Hamas

Secondo Shaul, il trasferimento del potere nella Cisgiordania occupata dall’esercito israeliano a un’amministrazione civile ha un obiettivo chiaro: la completa annessione dei territori occupati. Ufficialmente, e dal punto di vista di Israele, queste aree sono “contese” nel senso letterale del termine, anche se gli accordi di Oslo e le risoluzioni delle Nazioni Unite prevedono la creazione di uno stato palestinese in Cisgiordania.

Ma attualmente stanno emergendo realtà che rendono sempre più improbabile una soluzione a due Stati.

Jan-Christophe Kitzler, ARD Tel Aviv, Tagesschau, 28 giugno 2024, 9:48

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto