Immigrazione: l’Italia revoca le leggi anti-salvataggio in mare

Immigrazione: l’Italia revoca le leggi anti-salvataggio in mare

Le sanzioni imposte alle organizzazioni umanitarie in Italia saranno meno severe in futuro. I populisti di destra si stanno ora ritirando. Inoltre, dovrebbero esserci meno deportazioni.

I “decreti sicurezza” sono stati il ​​cardine della politica anti-immigrazione dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini Italia. Nel 2018 e nel 2019, il capo del partito di destra Lega e il vice primo ministro hanno emesso un divieto sulle navi che trasportano rifugiati nel Mediterraneo. Le ONG interessate dovevano essere pronte a confiscare le loro barche. I funzionari attendono multe severe fino a un milione di euro.

Il caso del capitano tedesco Carola Rakhetti ha fatto scalpore. Nel giugno 2019, è stata costretta a sbarcare dalla nave “Sea-Watch 3” con 40 migranti soccorsi a Lampedusa ed è stata processata su questa base, ma alla fine è stata prosciolta. Molti italiani hanno elogiato Salvini per questa crudeltà, e altri sono rimasti sorpresi dalla “politica dei porti chiusi”. Il governo che è riuscito a governare in 13 mesi non ha annullato i decreti, ma li ha disinnescati.

Una multa massima di 50.000 euro per i soccorritori marittimi in Italia

Con un decreto legislativo approvato lunedì dal Consiglio dei Ministri, che dovrà essere ratificato dal Parlamento entro 60 giorni, le sanzioni pecuniarie per violazione della legge sul trasporto saranno ridotte a un massimo di 50.000 euro. Il sequestro delle navi delle ONG non è più necessario. Tuttavia, secondo la nuova normativa, le organizzazioni di soccorso sono tenute a informare il Centro di controllo del soccorso marittimo di Roma e del paese che la nave in questione utilizza la sua bandiera e seguire le istruzioni dell’Autorità di soccorso marittimo. In caso di violazioni sono previste pene detentive fino a due anni e multe da 10.000 a 50.000 euro.

READ  Pensionato, Conte manda in soffitta "Quota 100". Salvini: "La Lega non lo permetterà"

In qualità di ministro dell’Interno, Salvini si era allora assicurato l’autorità giudiziaria sulla decisione relativa alla legalità dell’ingresso delle navi di soccorso nelle acque italiane. Questa giurisdizione ora spetta al Ministero dei Trasporti, che deve coordinarsi con il Ministero dell’Interno e il Ministero della Difesa. Nel frattempo, Salvini deve difendersi a Catania per negargli la libertà e abusare della posizione perché a luglio 2019 si è rifiutato di entrare nel porto di Gregoryte, una nave della guardia costiera con 131 migranti salvati dal calvario. Il presidente del Consiglio Conte testimonierà il 20 novembre. In una dichiarazione preliminare sulle modifiche legislative che sono state avviate ora, Conte ha detto lunedì sera: “I porti non sono stati chiusi o aperti, ma piuttosto sono in linea con la costituzione e la sicurezza”.

Il movimento a cinque stelle Beppe Grillo gioca un ruolo importante nella politica italiana sull’immigrazione

In precedenza, il presidente Sergio Mattarella e la Corte costituzionale avevano già criticato le decisioni di Salvini come sproporzionate e chiesto miglioramenti. In particolare, il Partito Democratico (PD) di sinistra ha apportato modifiche alla legge come condizione per un’alleanza con il Movimento Cinque Stelle (M5S) un buon anno prima della formazione del governo. Grillini, spesso indicato come la sinistra populista, aveva precedentemente formato un governo con la Liga E sostegno alla politica sull’immigrazione di Salvini. Il premier indipendente Conte, proposto dal M5S, era anche primo ministro in quel governo e all’epoca firmò decreti.

Matteo Salvini è attualmente sotto processo in Sicilia.

Foto: Valeria Ferraro, dpa

La pubblicazione del nuovo regolamento è stata preceduta da mesi di trattative. Soprattutto quello fondato dal comico Beppe Grillo e Nel frattempo il movimento a cinque stelle è completamente diviso Ha resistito a lungo all’indebolimento dei cosiddetti decreti sicurezza. I politici di Starr temevano che il cambiamento nella politica sull’immigrazione sarebbe apparso inaffidabile tra gli elettori. I socialdemocratici, rafforzati dalle elezioni regionali di due settimane fa, hanno vinto. D’ora in poi, i migranti non possono più essere deportati se minacciati non solo di tortura come prima, ma anche di “trattamenti inumani o degradanti”. Il rilascio dei permessi di lavoro per gli immigrati e la naturalizzazione dovrebbero essere più facili.

READ  Le 30 migliori recensioni di Tappi Sottovuoto Vino

Leggi anche:

Vogliamo conoscere la tua opinione: muori Generale di Augusta Quindi lavora con l’istituto di sondaggi CV insieme. Di cosa parlano i sondaggi dei rappresentanti e perché dovresti registrarti, Leggi qui.

Tracciamento dei thread

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

MONDOSCINEWS.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Mondo Sci News