Il supervulcano diventa un “incubo” per i residenti

  1. Home page
  2. Attenzione

Insiste

Martedì sera un terremoto ha scosso l'area vulcanica vicino Napoli. Sebbene non fosse uno dei più forti, era un incubo per la gente del posto.

Pozzuoli/Napoli – Non passa settimana senza che il supervulcano dei Campi Flegrei si faccia sentire in qualche modo. Ora, nella regione vulcanica dell’Italia meridionale intorno a Napoli, un terremoto ha svegliato i residenti dal sonno martedì notte, 18 giugno.

Un terremoto notturno di magnitudo 3,4 scuote i campi di grano filloide in Italia

Il terremoto di magnitudo 3.4 si è verificato alle 3:58 ora locale nella zona dei Campi Flegrei vicino a Pozzuoli (Italia), secondo l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia). Home page Annunciare.

L'epicentro del sisma è stato nel mare tra Lucrino e Arco Felice, ad una profondità di circa 2,9 km. la mattina. La notte precedente (17 giugno) alle 21:30 si è verificato un terremoto più debole di magnitudo 1,8 con epicentro al largo della costa di Bakoli. “Il Golfo lancia segnali già da ieri…” scrive un residente della zona Facebook. Nella notte del sisma è stato registrato anche un gruppo di sette terremoti minori.

Pozzuoli - Via Napoli, un terremoto scuote i Campi Flegraini in Italia, un imponente vulcano si fa sentire
Il terreno attorno ai campi di grano fillo vicino a Pozzuoli/Napoli è soggetto a regolari scosse. (Immagine icona/montaggio) © Felice De Martino/IMAGO Apri la mappa stradale

Un terremoto in un enorme vulcano in Italia sveglia i residenti dal sonno

Il terremoto notturno è stato avvertito in gran parte dei campi di grano filluro. Secondo quanto riportato dai media, è stato osservato chiaramente anche in alcune zone della città di Napoli, come Pianora, Bagnoli e Foregrutta. Molti residenti hanno riferito di una forte scossa che ha fatto tremare finestre e lampade.

Numerose sono state le segnalazioni sui social media da parte dei residenti preoccupati secondo cui si poteva sentire un “rumore costante”. Il terremoto stesso è stato “forte e lungo”, secondo una donna che vive a circa quattro chilometri dall'epicentro. Altri non si sono accorti del terremoto in sé, ma si sono svegliati con “un forte odore di zolfo”, secondo alcune persone sui social media.

“È diventato un incubo” – I residenti hanno riferito di stress a causa dei terremoti

L’area dei Campi Flegraini, conosciuta come supervulcano, ha recentemente sperimentato un aumento dell’attività sismica. Dall'inizio dell'anno vi si sono registrati 4.274 terremoti, scrive il quotidiano “Il Mattino”. Dal novembre 2005 la superficie terrestre della zona è aumentata di 127,5 centimetri, di cui nove centimetri dall'inizio dell'anno.

Molti utenti hanno segnalato paura costante e grande stress: “Il problema è che siamo abituati ai terremoti e conviviamo anche con essi, ma dopo il forte terremoto di magnitudo 4,4 del 20 maggio, la paura è aumentata Un uomo ha scritto: “Questo incidente ci ha scosso così tanto tanto che ora “Psicologicamente danneggiato”. Un'altra persona colpita ha riferito qualcosa di simile: “È diventato un incubo… Dal 20 maggio non riesco quasi a dormire!”

READ  I rumeni ricevono un avviso di emergenza dopo la scoperta di un nuovo drone russo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto