Il rover ExoMars si unisce alla piattaforma

La figura mostra il rover Rosalind Franklin della missione ESA, ExoMars, situato sulla piattaforma scientifica Kazachok in modo elegante, proprio come farà un viaggio su Marte nel 2022.

Questi due elementi sono stati integrati nel Thales Alenia Outer Space (TAS) a Cannes, formando il cosiddetto “modulo di atterraggio”, pronto per il ciclo di test finale, che includerà il controllo dell’elettricità, della potenza e della trasmissione dei dati tra i due elementi.

Il modulo di atterraggio verrà quindi integrato nel modulo di discesa per controllare il bilancio di massa insieme al modulo portante che effettuerà la missione su Marte.

Dopo aver completato i test a Cannes, il rover tornerà al laboratorio TAS di Torino (Italia) per ulteriori test funzionali prima di essere inviato alla rampa di lancio di Baikonur.

In questa figura viene considerato in parte il pannello solare posteriore destro della piattaforma di atterraggio. Puoi vedere la parte anteriore del rover con il suo iconico trapano, posizionato orizzontalmente.

La missione, prevista per il lancio nel settembre 2022, mira a determinare la storia geologica del sito di atterraggio scelto, Oxy Planum, che un tempo era considerato il luogo dell’antico oceano, e determinare se la vita potrebbe mai esistere. su Marte.

READ  Orsi polari, per i quali il riscaldamento globale è utile

Rocco Miniati

"Professionista del caffè. Appassionato di social media. Fanatico del web professionista. Appassionato di zombi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *