Il regista Pupi Avati sta cercando finanziamenti per un film su Dante

Il regista 82enne ha fatto appello al Ministero della Cultura italiano per sostenere la produzione del film. Avati pensava da 17 anni a un film su Dante. Il testo è tratto da un’opera del poeta Giovanni Boccaccio nella Divina Commedia di Dante. La vita dell’autore della “Divina Commedia” è narrata con l’aiuto di Boccaccio, grande fan di Dante. Alla sceneggiatura ha lavorato una giuria di esperti danteschi e Avati aveva già scelto l’attore e regista romano Sergio Castelletto per il ruolo di Boccaccio. “Con questo film, vogliamo sapere chi è Dante, un personaggio unico nel mondo della letteratura e della cultura”, è stato citato dai media.

Dalla sua morte a Ravenna nel 1321, la fama di Dante è aumentata vertiginosamente. Attraverso la sua poesia epica “La Divina Commedia”, il poeta colto non solo ha creato un’immagine tridimensionale del Paradiso, dell’Inferno e del Purgatorio, ma ha anche collegato la conoscenza storica, scientifica e filosofica del suo tempo a una storia d’amore. Quindi non viene dimenticato nemmeno dopo 700 anni. L’Italia ha in programma diverse celebrazioni in onore del suo poeta nazionale nel 2021.

Che cosa

READ  La serie di Netflix sulla seconda guerra mondiale sembra buona: trailer di "The Editor" - Serie di notizie

Guerino Manna

"Difensore degli zombi per tutta la vita. Nerd della musica sottilmente affascinante. Drogato malvagio dei social media."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *