Il candidato dopo la sua nomina vince le elezioni di Panama tagesschau.de

Al: 6 maggio 2024 alle 05:45

L'ex presidente di destra di Panama Martinelli è stato squalificato dalle elezioni presidenziali a causa della sua condanna per corruzione. Il candidato sostitutivo Molyneux ha ora vinto.

I risultati preliminari hanno mostrato che Jose Raul Molino del campo dell'ex presidente Ricardo Martinelli, condannato per corruzione, ha vinto le elezioni presidenziali a Panama.

Dopo lo spoglio di oltre il 90% dei voti, secondo le informazioni del tribunale elettorale del Paese centroamericano, ha ottenuto poco meno del 34,5%. Al secondo posto, con il 25% dei voti, si è classificato l'avvocato Ricardo Lombana, che ha denunciato la corruzione. Ha riconosciuto la vittoria di Molyneux.

Pupillo dell'ex presidente Martinelli

Quasi tre milioni di aventi diritto hanno votato anche per tutti i 71 seggi parlamentari e circa 800 uffici locali. Molino era originariamente il candidato alla vicepresidenza della coalizione di destra Alianza para Salvar a Panamá (Alleanza per salvare Panama) – insieme a Martinelli. Tuttavia, quando è stato squalificato dalle elezioni dopo essere stato condannato a più di dieci anni di carcere per corruzione, Molyneux si è fatto avanti.

Martinelli si definisce un perseguitato politico e da febbraio si trova nell'ambasciata del Nicaragua perché lo Stato autoritario vuole concedergli asilo. Molyneux è andato a trovarlo all'ambasciata domenica dopo aver espresso il suo voto.

Ex Ministro degli Affari Esteri, della Sicurezza e della Giustizia

La rapida crescita economica degli ultimi anni ha recentemente subito un rallentamento a Panama. A causa della siccità, il traffico marittimo attraverso il Canale di Panama è diminuito. La questione della disuguaglianza sociale è stata una delle questioni affrontate nella campagna elettorale, così come lo status di Panama come paese di transito per molti migranti in viaggio verso gli Stati Uniti.

READ  Cina: almeno 24 persone sono morte dopo il crollo di un'autostrada in Cina

Molyneux, 64 anni, ex ministro degli Affari esteri, della sicurezza e della giustizia, ha dichiarato di voler smettere di attraversare la giungla del Darien dalla Colombia a Panama, dove l'anno scorso più di mezzo milione di persone hanno utilizzato la pericolosa rotta migratoria.

Molino è destinato a sostituire il presidente in carica Laurentino Cortizo come capo di Stato e di governo a luglio – e il politico centrista e agroimprenditore governa dal 2019. La costituzione di Panama vieta la rielezione diretta.

Anne Diemer, ARD Città del Messico, Tagesschau, 6 maggio 2024, 5:49

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto