I tre indizi lo dimostrano? “Barca” – l’avversario perfetto in attesa di CR7

No, gli indizi sono indizi e le prove sono prove. Il terzo pareggio della “Juventus” Andrea Pirlo lascia molti dubbi. Chi vuole criticare: è così semplice? Chi vuole lodarlo: è così difficile? Il gigantesco punto interrogativo che la vecchia signora ha messo in panchina è ben lungi dall’essere la risposta: per molti versi è fisiologico, ci vuole tempo, che forse questo colpo non dà. Cinque giorni dopo la Juventus c’è, ma anche grazie al fatto che il 3-0 che non sappiamo davvero quanto durerà. Ha segnato tre pessimi pareggi, non tanto per i rivali quanto per come sono arrivati: la Juventus non ha mai rischiato di vincere, e questo è un grosso problema. Al momento i dati negativi prevalgono su quelli positivi: questo è un dato oggettivo, non vogliamo che Continassa abbia tali dati.

Adesso c’è il Barcellona. Di Messi, ma anche di Keman: i catalani, non il punto interrogativo, hanno scelto un enorme punto esclamativo. Alla fine no, però. “Blaugrana” è per molti versi l’avversario perfetto di questa “Juve”, che ancora non si conosce: oggi è una squadra che ha tante difficoltà, e diremmo che il disarmo può fare tutto ciò che può accadere in 90 minuti. E quindi, banale dirlo, attenzione a non dare nulla per scontato: anche al Camp Nou ci sono problemi in cielo, probabilmente molto più grandi. Ma con lo scontro dei due momenti ci sarà anche un vincitore e l’individualità nello sport spesso conta.

Come può farlo Cristiano Ronaldo. Da Torino garantiscono che l’ultimo tampone aveva una carica virale molto bassa. Qui abbiamo troppi epidemiologi, aspettiamo il risultato. Se c’è, sarà un altro fattore: questa Juventus non ha mai vinto senza di lui, anche contro avversari oggettivamente modesti. Il ritorno del portoghese aprirà altri dibattiti: il 4-4-2, come visto finora, è la forma più adatta per la squadra che Pirlo ha tra le mani. Ma il CR7 non l’ha mai fatto volontariamente. Forse la soluzione è non mettere nessuno in prigione, dalla cinque volte Golden Sword a Dybala. La cosa principale se lasci tutti liberi è che poi sappiano cosa fare.

READ  Un tocco di BVB contro l'FC Schalke 04 in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto