I medici sono preoccupati per il futuro delle cure dei pazienti affetti da HIV

/Benimartie, Stock.adobe.com

I medici HIV a Berlino temono che ci saranno enormi lacune nella cura dei pazienti affetti da HIV nei prossimi 15 anni. Questo è il risultato di un sondaggio condotto dall’Associazione tedesca dei medici ambulatoriali per le malattie infettive e la medicina dell’HIV (residenza).

Circa l’80% degli intervistati teme che la carenza di medici e specialisti possa rallentare la struttura della cura dell’HIV. Tra gli intervistati, il 49% ha dichiarato di avere più di 55 anni e di voler chiudere lo studio entro i prossimi 10-15 anni, spesso senza alcuna prospettiva di successore.

Il motivo del problema dei giovani talenti è, tra l’altro, che spesso c’è difficoltà a finanziare servizi importanti, afferma Heiko Kärcher, membro del consiglio di amministrazione della Dagn. Questo, soprattutto tra i giovani medici affetti da HIV, porta a chiedersi se in futuro i servizi potranno essere forniti con la qualità attuale.

Karcher vede a rischio anche l’approvvigionamento rurale. Se gli attuali medici specializzati in HIV non riescono a trovare un successore, presto ci saranno intere regioni del paese senza un solo studio specializzato in HIV. Ciò significa che non esiste un minimo e che esiste ancora un urgente bisogno di accesso ai farmaci salvavita o alle misure preventive.

“Dovremmo aspettarci che tra dieci anni ci saranno molte meno pratiche focalizzate sull’HIV rispetto a oggi, con conseguenze per la cura dei nostri pazienti”, ha detto Karcher.

Secondo Dan, la struttura degli studi specialistici è molto importante per l’assistenza medica alle persone affette da HIV. Grazie alle cure ambulatoriali complete, l’obiettivo intermedio di 90-90-90 fissato dall’UNAIDS è stato raggiunto. Di conseguenza, il 90% è a conoscenza della propria infezione, il 90% riceve cure e nel 90% dei pazienti il ​​virus non è più rilevabile e trasmissibile a causa delle cure.

READ  Test psicologico visivo | Quanti lupi vedi? Scopri cosa significa

Nonostante i successi, le nuove infezioni da HIV sono in una certa misura stagnanti. Karcher ha sottolineato che l’HIV resta una malattia infettiva altamente contagiosa e incurabile, con gravi conseguenze per la salute. Questo risultato sottolinea l’importanza di un’efficace cura dell’HIV, che possiamo fornire in tutta la Germania attraverso i nostri centri ambulatoriali per l’HIV.

Il presidente del Dagen ha invitato i politici a creare incentivi per i giovani medici affetti da HIV al fine di colmare le lacune nell’assistenza sanitaria prima che si manifestino. Per raggiungere questo obiettivo è necessario mantenere le attuali strutture di offerta e retribuire adeguatamente i dipendenti. Vorrebbe che il nuovo titolo specialistico di specialista in malattie infettive fosse integrato nelle cure ambulatoriali. Solo così i nostri successori potranno sapere qual è la loro posizione, ha affermato. © nfs/aerzteblatt.de

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto